Abuso psicologico: ecco gli atteggiamenti che lo caratterizzano

Parliamo di abuso psicologico e di quelli che sono gi atteggiamenti che lo caratterizzano. Un articolo che sicuramente interesserà le amiche che ci seguono, trattando un argomento molto delicato e spinoso: quello della violenza psicologica che può instaurarsi a volte in un rapporto di coppia.

Se non avete mai avuto un partner narcisista, violento, manipolatore… potreste non sapere con chi avete a che fare.

Quando si conosce una persona spesso si rimane ammaliati dagli aspetti esteriori, da quella facciata che potrebbe nascondere un’altra natura e un’altra personalità.

Di solito queste persone sono estremamente affascinanti, carismatiche e ammaliati da questo grande fascino, si tendono a sminuire dettagli, segnali che invece dovrebbero fare riflettere.

Cosa accade col prosieguo della relazione?

Donna che soffre

Che la persona tende a cancellare sistematicamente la vostra sicurezza, la vostra percezione e l’autostima con sottili allusioni, bugie, rimproveri, accuse.

L’obiettivo di fondo è quello di controllare le emozioni, con azioni e comportamenti che sembrano normali a prima vista ma che invece sono subdole, insidiose.

La tattica adottata è quella di spingere verso situazioni di rabbia e confusione con l’inganno, il sarcasmo, portare la persona ad esplosioni di rabbia per poi atteggiarsi a vittima che non comprende cosa sta accadendo.

Gli atteggiamenti che caratterizzano l’abuso psicologico

Abuso psicologico è quando…

1- Sposta le colpe sul partner con frasi tipo ” non mi hai richiamato”, ” perchè ti comporti così con me”, ” cosa ho fatto di così sbagliato”, ” niente di quello che faccio è mai abbastanza “.

2- È evasivo su questioni apparentemente di minore importanza, come comunicare dove sta andando, se si trattiene fuori a pranzo o cena, se riesce ad essere libero nel weekend ecc.

Bambina con pupazzo di spalle

3- Rifiuta il chiarimento, anche quando una discussione è necessaria. Cambia il senso e il significato di quanto detto o chiarito poco tempo prima e tende a creare perennemente uno stato di poca chiarezza.

4- Tende a contraddirsi su tante questioni, da quelle più importanti, dove finge all’inizio di non capire quanto si sta affrontando, a quelle più banali.

Se la giornata è meravigliosa saprà smorzare entusiasmo e buonumore con frasi tipo ” è una giornata maledetta per me…”

5- Usa spesso un umorismo pieno di sarcasmo, al limite dell’offesa, sempre disprezzando l’altra persona con la scusa della battuta e dello scherzo.

Provoca in presenza di amici e parenti ben sapendo che non troverà reazione.

6- Tende a creare una vera e propria situazione psicologica di confusione nella testa del partner.

Nega l’evidenza, contraddice quanto affermato il giorno prima, ribalta significati e accordi.

7- Quando è alle corde utilizza la critica anche dura, pesante, mascherata sempre da consiglio, per il bene della coppia, per trovare finalmente un equilibrio.

Scaricando comunque responsabilità e prove sull’altra persona.

8- Contesta sempre le scelte non fatte in prima persona. Se si tratta di un ristorante avrà pronta l’obiezione che è troppo caro, se si tratta di una vacanza quel posto non merita.

Un atteggiamento ostruttivo e sostenuto con sarcasmo.

9- Dimentica le cose importanti dell’altra persona. Anche quelle banali come spegnere la lavatrice, sistemare il bucato, prendere due cose al market.

Abuso psicologico: Bambina che piange sulle scale

Con la scusa sempre pronta e la faccia offesa se gli viene ricordato che non è la prima volta che accade.

10- Arriva a minacce vere e proprie quando non ha piu scuse, non ha più argomenti, non sostiene più nessun aspetto della relazione,

Allora, come preso da disperazione, scenderà anche a minacce vere e proprie, salvo poi affermare che è stato un momento di disperazione.

L’abuso psicologico inoltre, non è sempre verbale.
Il partner può può usare il linguaggio del corpo o gesti per controllare e dominare. Ad esempio:

Rifiuta di parlare o di stabilire un contatto visivo.

Afferra con forza, si pavoneggia, spintona.

Mostra disgusto, alza gli occhi e aggrotta le sopracciglia trasformandosi in una maschera grottesca.

Emette suoni inappropriati, sospiri profondi, parole come “e ?????”!

Ragazza sotto la neve

Colpisce o prende a calci qualcosa per spaventare.

Ignora per non dare affetto e punire.

Fa la morale, ride della vostra opinione, imita o ride sarcasticamente.

Ignora, non ascolta, rifiuta di rispondere.

Distorce ciò che dite, provoca sensi di colpa o recita la parte della vittima.

Urla, urla, urla contro di voi per zittirvi.

Inizia una frase con “Lascia perdere”.

L’abuso psicologico non va sottovalutato, non va ignorato e tollerato.
Spezzare la catena è necessario per la nostra salute mentale, per la nostra vita e la nostra dignità.

Loading...

Articoli correlati

Close