Secondo la scienza gli amanti del formaggio vivono più a lungo

Avete una grandissima passione per i formaggi? Ottime notizie! Infatti, secondo un recente studio scientifico, gli amanti del formaggio vivono una vita più lunga.

Il segreto per una vita lunga e felice? Più formaggio! Sì, stiamo parlando di formaggio e di tutti gli altri prodotti caseari, in particolare quelli più vecchi. Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Nature Medicine, questi derivati ​​della lavorazione del latte sarebbero il vero elisir di lunga vita.

Gli amanti del formaggio vivono una vita più lunga. Lo dice la scienza

Buone notizie per gli amanti del buon cibo che ora hanno un motivo in più per essere felici.

Secondo un recente studio infatti, le persone che amano mangiare formaggio hanno una prospettiva di vita più lunga rispetto a chi non lo ama particolarmente.

La fonte del benessere sarebbe una sostanza contenuta nel formaggio, appartenente al gruppo del mm    le poliammine.

Un composto che riduce l’incidenza delle malattie cardiovascolari e funge da fattore protettivo.

La prima fase dell’analisi ha utilizzato alcuni ratti di laboratorio come osservatori, a cui sono stati somministrati diversi tipi di formaggio.

I ricercatori hanno successivamente analizzato la loro salute a lungo termine.

E hanno cercato di capire in che modo la particolare dieta abbia influenzato l’aspettativa di vita dei topolini.

Prodotti caseari

La seconda fase ha invece riguardato l’uomo, e come area di ricerca, gli scienziati hanno utilizzato uno dei principali paesi consumatori di formaggio, l’Italia.

Il campione di 800 persone ha rivelato una connessione significativa tra il consumo di latticini e la minore probabilità di malattie circolatorie o cardiache.

L’incidenza di queste malattie in alcuni casi è stata ridotta fino al 40% rispetto agli individui che di solito non mangiano questi prodotti.

Le poliammine agiscono non solo come antiossidanti e disintossicanti naturali, ma anche come riparatori di tessuti danneggiati, rallentando l’invecchiamento cellulare.

L’entusiasmante scoperta, tuttavia, non dovrebbe essere un motivo per consumare chili di parmigiano, anche perché la presenza di una buona quantità di proteine ​​e grassi non può essere ignorata.

Lo studio, come i precedenti, ha solo confermato che l’inclusione di moderate quantità di formaggio nella dieta può essere benefica per il benessere.

In effetti, la ricerca evidenzia quanto sia particolarmente limitato ai tipi non freschi e morbidi come la ricotta o la mozzarella, anche se contengono anche la loro percentuale di poliammine.

Come sappiamo, il segreto è mangiare un po’ di tutto senza esagerare e, soprattutto, scegliere cibo di qualità!ù

Leggi anche:

Loading...
Close