Angela di Mondello la signora di “non ce n’è coviddi” gira un videoclip senza rispettare il distanziamento sociale e finisce in questura (VIDEO)

Il nuovo videoclip di Angela Chianello fa molto discutere sul web

Angela Chianello senza mascherina in un videoclip. Molti avranno già imparato a conoscerla in estate quando, durante un’intervista alla televisione, la donna ha pronunciato la famosa affermazione “non ce n’è coviddi”. Questa frase, a sua insaputa, l’ha fatta diventare molto nota al pubblico.

C’è da dire che il successo non le è dispiaciuto affatto. Per cavalcare l’onda della notorietà, infatti, Angela Chianello adesso ha girato un videoclip di una canzone dove appare sorridente mentre balla e si scatena sulla spiaggia di Mondello.

Il videoclip, in uscita il 10 novembre, però, le è costato una convocazione in commissariato. La siciliana nel videoclip balla insieme ad un gruppo di ragazzi senza indossare la mascherina. Ma non solo. Angela nel video non mantiene neanche la giusta distanza di sicurezza. A causa di queste irregolarità, all’agente della Chianello, anche lui ascoltato dalla polizia, e alla donna è stata inflitta una sanzione amministrativa.

 

Angela Chianello senza mascherina: sfrutta la pandemia?

Tutta questa vicenda ha suscitato non poche polemiche dal momento che molti accusano Angela Chianello di non aver alcuno scrupolo. In tanti ritengono inaccettabile che continui a sfruttare la pandemia per avere notorietà. Mentre il covid continua a mietere vittime e a terrorizzare la popolazione di tutto il mondo, la Chianello specula su un dramma di immensa portata.

La signora di “non c’è n’è coviddi” e i suoi problemi con la giustizia

Va ricordato che la Chianello ha già avuto problemi con la giustizia. Nelle varie ospitate a Live Non è La D’Urso, infatti, ha raccontato di aver perso il figlio e, non riuscendo a sopportare il dolore per la sua morte, ha rubato in un negozio. Tuttavia, ha tenuto a precisare che ha pagato le sue colpe e che adesso ha scontato la sua condanna. Ribadendo, poi, di non essere né una delinquente né una spacciatrice, si è definita una donna libera.

A proposito di quella frase pronunciata sulla spiaggia di Mondello, invece, la donna ha fatto sapere di essersi vergognata e di non essere riuscita ad uscire di casa per vari mesi, soprattutto, per le minacce ricevute.
Ha precisato anche che, quando ha fatto quella affermazione, i contagi erano ancora bassi in Sicilia. Adesso, ribadisce Angela, è sempre più importante rispettare le regole e indossare la mascherina sui suoi profili social.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie