Treviso. Assembramento di 120 persone in un locale: scattano controlli e multe da parte della polizia

Un maxi assembramento di 120 persone, con musica ad alto volume, è stato segnalato da parte dei vicini di un locale di musica latina a Treviso, dove è intervenuta la polizia per effettuare controlli ed anche multare la proprietaria.

Domenica 29 novembre nel locale Los Zapatas si era organizzato un dj set contravvenendo alle regole anti Coronavirus.

La scena che la polizia si è trovata davanti agli occhi prevedeva musica ad alto volume ed un assembramento di 120 persone dentro l’attività segnalata.

Gli avventori si trovavano solo in parte seduti ai tavoli, mentre la maggior parte di loro era al centro della sala, mentre altri erano in attesa fuori dalla struttura.

Dopo la segnalazione, domenica pomeriggio, gli agenti della polizia, la polizia locale ed i carabinieri sono intervenuti per dei controlli presso il locale di musica latina, sito in viale della Repubblica a Treviso.

Così le forze dell’ordine si sono trovate di fronte ad una festa in piena regola nel luogo segnalato, con maxi assembramento di 120 persone e mancanza di ogni forma di sicurezza individuale.

Assembramento di 120 persone in un locale di musica latina a Treviso

Assembramento di 120 persone in un locale di musica latina a Treviso

Il locale di musica latina di Treviso, già in precedenza si era reso protagonista di episodi di noncuranza nei confronti delle norme in vigore per evitare la diffusione del Covid.

Le forze dell’ordine giunte sul posto, oltre ad aver preso visione del maxi assembramento dentro la struttura, hanno multato la proprietaria, una cittadina dominicana di 35 anni.

Per le violazioni amministrative rilevate, l’attività è stata sanzionata e così dovrà restare chiuso per cinque giorni.

Ma si ipotizzano ulteriori provvedimenti nei confronti dell’attività segnalata, che nei mesi passati si era resa protagonista di altre violazioni.

Dopo la segnalazione dei vicini, le forze dell’ordine hanno trovato un assembramento di 120 persone accalcate dentro la struttura e 15 che aspettavano fuori, musica a tutto volume e mancato rispetto delle regole anti Covid.

La titolare dell’attività e gli avventori non rispettavano le misure basiche di sicurezza per questo motivo sono scattate le sanzioni.

Condividi: