Il gigantesco asteroide 1997 BQ ha sfiorato la Terra alle 3,45 del mattino

Nasa e Esa hanno monitorato l’evento che fin da subito non hanno ritenuto pericoloso per il nostro Pianeta

Chi ha passato la notte tra il 21 e il 22 maggio con il naso all’insù per tentare di intercettare un segnale dell’asteroide 1997 BQ, ha tirato un bel sospiro di sollievo!

Le dimensioni dell’asteroide infatti, registravano un diametro massimo stimato di 1,5 chilometri.  Circa  5 volte la lunghezza della Torre Eiffel per aiutarvi a comprendere. Il suo passaggio, fortunatamente,  è avvenuto in totale sicurezza.

L’asteroide, secondo i calcoli degli esperti dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), è transitato alla distanza di qualche milione di chilometri dalla Terra.

Sia l’Esa che la Nasa hanno classificato l’asteroide 1997 BQ  “potenzialmente pericoloso”, ma hanno mantenuto un atteggiamento piuttosto rassicurante fin da subito.

Asteroide 1997 BQ

L’asteroide 1997 BQ ha sfiorato la Terra alle 3, 45 del mattino 

I corpi celesti , asteroidi e comete, che destano attenzione da parte degli organismi scientifici, sono quelli che potenzialmente si avvicinano alla terra secondo schemi prefissati.

Quando uno di questi corpi entra nell’orbita di una distanza inferiore alle 0,05 Unità Atmosferiche ( UA) viene, appunto, definito potenzialmente pericoloso.

L’asteroide 1997 BQ secondo i calcoli dell’Esa, dovrebbe essere transitato a 0,0411 Unità Atmosferiche ( circa 6 milioni di chilometri per intenderci ) verso le 3, 45 del 22 maggio.

Una distanza quindi sicura per gli esperti, che ricordano come l’evento che si verificò in Siberia nel 1908 fu tra quelli più catastrofici.

Il 30 giugno 1908 un meteoroide o una cometa si abbatterono nella zona di Tunguska provocando l’annientamento di 80 milioni di alberi.

Pensate che ai nostri giorni sono circa duemila i corpi celesti monitorati costantemente dalle agenzie internazionali.

Dopo il passaggio dell’asteroide 1997 BQ, avvenuto appunto questa notte, è l‘asteroide 2009 JF1 ad essere al centro dell’attenzione.

Si stima che la sua grandezza sia come quella della piramide di Giza, ed il suo passaggio ad appena 2500 chilometri dalla Terra.

Appuntamento quindi al 6 maggio 2022 per gli amanti del brivido!

Potrebbe inoltre interessarvi leggere: 

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Loading...
Close
Close