fbpx

Pavia. Una barista abbassa la mascherina per fumare durante la pausa e viene sanzionata con 400 euro di multa

Una barista abbassa la mascherina per pochi minuti per fumare, durante la pausa, e riceve 400 euro di multa dagli agenti della Polizia Locale

Una barista di un locale di piazza della Vittoria di Pavia abbassa la mascherina per fumare, durante la pausa, e si vede sanzionare dagli agenti della Polizia Locale con 400 euro di multa.

La protagonista di questa vicenda si chiama Ilenia e lavora presso il bar L’ombra de vin.

La giovane dopo aver ricevuto la multa ha fatto sapere che non ha intenzione di pagarla.

Secondo la motivazione data dagli agenti della Polizia Locale di Pavia la sanzione è stata inflitta alla barista perché la zona in cui è sito il bar è considerata ad alto flusso.

Per questa ragione la barista, che abbassa per pochi minuti la mascherina, ha ricevuto la multa.

L’episodio è accaduto lo scorso 9 ottobre 2020, verso le ore 22.30. Ilenia si trovava fuori dal bar, sotto i portici della piazza, durante una pausa.

La ragazza ha abbassato la mascherina che indossava per fumare una sigaretta durante la sua pausa. Proprio in quel momento sono arrivati i vigili che l’hanno multata di 400 euro.

La titolare del locale, Samanta ha spiegato ai giornalisti che l’hanno intervistata che a quell’ora il locale era semivuoto.

I soli clienti presenti in quel momento erano seduti ai tavolini in piazza, e si trovavano distanti più di tre metri dalla barista.

La barista abbassa mascherina multa

Barista abbassa la mascherina e riceve una multa di 400 euro

La titolare ha fatto sapere che indossava la mascherina mentre Ilenia era a più di un metro da lei. La barista aveva abbassato la mascherina solo per fumare.

Ma sul verbale si legge che la multa è dovuta al fatto che la ragazza “non usava correttamente la mascherina in una zona di forte flusso”.

La proprietaria del locale ha reso noto che non sarà impassibile ma è intenzionata a fare ricorso. Ecco cosa ha dichiarato:

“Non pagheremo i 400 euro e mi farò carico io di tutte le spese legali, che non voglio gravino su una mia dipendente, peraltro sempre molto precisa e attenta alle regole.

Lavoriamo nella piazza principale di Pavia ed è ovvio che ci sia un notevole passaggio, ma non c’era nessun assembramento.

Ilenia non toglie la mascherina neppure quando va in bagno, né alle due di notte, dopo la chiusura, mentre è impegnata nella pulizia del locale”.

Dopo la diffusione della notizia della multa ricevuta dalla barista, la ragazza ha avuto diverse dimostrazioni di vicinanza e segnali di solidarietà.

Il sostegno della titolare del locale

Una bella testimonianza di sostegno rivelata dalla stessa titolare del bar che ha ammesso:

I clienti si sono offerti di fare una colletta per raccogliere la cifra necessaria, ma io mi sono già rivolta a un legale.

Non si può sanzionare qualcuno perché secondo i vigili potrebbe esserci un rischio di assembramento. Le persone erano ben distanziate e l’assembramento non c’era”.

Dopo l’avvio della Fase 2 dove sono fioccate le multe, i bar continuano ad essere dei luoghi osservati speciali.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie