Bill Gates pessimista per il futuro: “Il mondo non tornerà più alle vecchie abitudini” e riferisce le sue previsioni sul post-pandemia

Secondo Bill Gates il mondo post-pandemia dovrà affrontare dei cambiamenti radicali a livello lavorativo, privato e sociale

Ancora una volta Bill Gates, lo storico fondatore di Microsoft, si è lasciato andare a delle previsioni futuristiche che riguardano lo scenario del mondo post-pandemia.

Delle rivelazioni che lasciano presagire un cambiamento radicale nelle abitudini degli uomini. Secondo Bill Gates il mondo non tornerà più alle vecchie abitudini pre-Covid.

I cambiamenti influenzati dal “riadattamento” a cui ha portato la pandemia non si sradicheranno facilmente.

La paura dei contagi poi determinerà un dimezzamento dei viaggi di lavoro. Mentre si assisterà ad una maggiore propensione verso lo smart working.

Quando l’emergenza socio-sanitaria si attesterà solo come un ricordo del passato, e finalmente si potrà tornare alla normalità, secondo il magnate americano si dovrà fare i conti con delle svolte.

Gli uomini si ritroveranno alle prese con alcune abitudini radicalmente cambiate a livello privato, ma anche sul piano professionale e sociale. Queste le previsioni di Bill Gates rese note durante la The New York Times DealBook Conference.

Bill Gates- il suo punto di vista sul mondo post-pandemia

Bill Gates: il suo punto di vista sul mondo post-pandemia

Nel corso delle sue spiegazioni, Gates si è soffermato su quello che considera uno dei più grandi cambiamenti: il modo di condurre gli affari.

A tal proposito si è lanciato nel pronosticare un crollo dei viaggi legati al lavoro. Questo il suo parere a tal proposito:

“La mia previsione è che oltre il 50% dei viaggi d’affari e oltre il 30% dei giorni in ufficio spariranno”.

Bill Gates sostiene che il tipo di viaggio d’affari in cui è importante volare da qualche parte per sedersi fisicamente di fronte a qualcun altro per discutere vis a vis non sarà più un paradigma.

In futuro le aziende si impegneranno a mantenere una soglia molto alta per affrontare questo tipo di viaggi.

Il destino dello smart working secondo il magnate

Secondo il magnate americano invece lo smart working diventerà più consistente, dopo i buoni risultati registrati nel corso della pandemia. Con pareri positivi da parte delle grandi realtà del settore tech. Una testimonianza che riguarda: Twitter, Slack, Facebook e la stessa Microsoft.

Quindi i dipendenti di questi colossi potranno ritrovarsi a lavorare anche in futuro in remoto.

Per Bill Gates il mondo del post-pandemia dovrà fare i conti con alcuni effetti collaterali.

Questo perché la vita lavorativa svolta da casa sottrarrà alle persone lo spazio per la socialità. Quindi potrebbero venir meno le possibilità di conoscere e frequentare persone e stringere amicizie.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie