Bonus di 240 euro mensili per i figli. Il piano di governo per le famiglie

Il piano del governo vaglia l’ipotesi di un bonus di 240 euro mensili per i figli. Tale assegno verrebbe percepito fini ai 18 anni e poi ridotto nella somma di 80 euro fino ai 26 anni. Ma scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Non sappiamo come evolverà la proposta, di certo mettere l’attenzione su uno dei problemi più forti che ha l’italia rispetto a molti Paesi, è fondamentale.

Questo problema ha un nome ed un cognome preciso, e si chiama calo drammatico delle nascite.

Siamo il Paese europeo con il più forte incremento di denatalità, e questo non può che ripercuotersi anche sui conti economici. Un Paese che non fa figli è destinato ad estinguersi, perché all’aumento del numero degli anziani e delle pensioni, non corrisponde un pari aumento di nuove forze al lavoro. Un bonus, o qualsiasi altro provvedimento di supporto alle famiglie, diventa quindi necessario, fondamentale.

I dettagli del Bonus di 240 euro mensili per i figli. Chi ne beneficerebbe?

Bonus di 240 euro mensili per ogni figlio. La proposta del piano di governo

E quindi ecco che il nuovo ministro delle Pari Opportunità Elena Bonetti annuncia il suo programma, tanto ambizioso quanto necessario per il nostro paese. Quello del bonus di 240 euro mensili per ogni figlio.

Secondo le prime stime, a beneficiare di questo provvedimento sarebbero oltre 11 milioni di famiglie con un reddito lordo entro i 100 mila euro annui.

Come ricorda il Ministro Bonetti la misura del bonus costerebbe allo Stato ben 9 miliardi di euro, ma sarebbe fattibile andando appunto a razionalizzare i tanti contributi e detrazioni presenti oggi.

L’altro punto importante del piano di governo in supporto alle famiglie, oltre al bonus, riguarderebbe il congedo di paternità da portare almeno ai 10 giorni dai due attuali. Aiuti realmente validi per tante coppie che faticano a mantenere o a progettare un nucleo familiare più numeroso.

Misure, come si diceva, capaci non solo di avvicinare l’Italia ai Parsi europei con più attenzione alle nascite, ma di tentare di risolvere una delle emergenze più grosse del nostro Paese.

Se non si inverte decisamente il trend di invecchiamento del Paese, tutta una serie di obiettivi anche economici risulterebbero vani.

Sempre nella categoria attualità potrebbe interessarvi leggere:

Loading...
Close
Close