Coronavirus ad Ischia, denunciati giovani che hanno violato la quarantena

Due giovani violando la quarantena da Coronavirus ad Ischia sono stati denunciati dai militari con l'accusa di diffusione colposa di epidemia

Oltre a non rispettare il divieto di uscire, se non necessario, alcuni violano la quarantena da Coronavirus ad Ischia. Ma anche in altre città italiane. Come nel caso di due giovani sorpresi per strada invece di stare in isolamento domestico.

Per quanto riguarda i trasgressori delle restrizioni imposte dal Coronavirus ad Ischia i militari hanno denunciato due giovani. I quali giravano tra le strade della città come turisti. Invece dovevano trascorrere un periodo di quarantena. Dopo l’esodo di molti dalla Lombardia. Infatti, i due ragazzi erano tornati dalla Lombardia, insieme a tanta altra gente prima dell’attuazione del decreto sulle misure restrittive.

I due 26enni denunciati per Coronavirus ad Ischia, dopo essere stati sorpresi dai militari hanno cercato di nascondersi dietro un muretto. In seguito, i militari li hanno rintracciati e fermati. Così è scattata la denuncia per loro. Accusati di diffusione colposa di epidemia e violazione del decreto di contenimento emanato dal presidente Conte.

coronavirus ischia fermati

Coronavirus Ischia: denunciati per inosservanza del decreto governativo e diffusione colposa di epidemia

Nonostante la gravità della situazione che si sta vivendo in tutta Italia continuano a registrarsi delle trasgressioni. Secondo gli ultimi dati, sono più di 6 mila le denunce per violazione comunicate dal Ministero dell’Interno.

Tra i recenti casi si segnala questa trasgressione delle misure restrittive del Coronavirus ad Ischia. In questo caso, i due hanno messo a rischio la loro salute e quella degli altri. Eppure, in base alle indicazioni a loro date dall’Asl regionale dovevano restare in isolamento a casa. Perché obbligati a quarantena preventiva. Visto che hanno lasciato la Lombardia, la regione più colpita dai contagi Covid-19, in un momento critico sul fronte della contagiosità.

I due 26enni hanno ignorato la disposizione sanitaria e pensando di non essere scoperti, si sono messi a girare per borgo Sant’Angelo. Qui le forze dell’ordine li hanno intercettati. Dopo un primo tentativo di fuga, si è completato l’intervento dei militari. Che hanno identificato e poi denunciato i due. Perché i militari hanno scoperto che erano obbligati a rispettare l’isolamento preventivo. Ora i due giovani fermati per Coronavirus ad Ischia dovranno rispondere di una duplice denuncia. In quanto sono accusati sia di inosservanza del decreto governativo sia del reato di diffusione colposa di epidemia.

Leggi anche:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie