Coronavirus, anziana multata. Era uscita per fare la spesa undici volte in un giorno

È accaduto a Grado, in Friuli Venezia Giulia. Più volte ripresa dagli agenti, ha continuato imperterrita ad uscire

Anziana multata a Grado, in provincia di Trieste. Incurante delle norme stabilite dal Governo per combattere il Coronavirus, la donna è stata severamente sanzionata.

L’anziana è stata intercettata ben undici volte fuori casa e sempre per lo stesso motivo: fare la spesa.  Alla fine gli agenti si sono visti costretti ad agire malgrado l’età della donna.

Lo scrive il quotidiano Il Piccolo, riportando la notizia dell’ultimo caso di violazione delle regole sui divieti per il Covid 19.

“È andata a fare la spesa undici volte in un giorno, e per questo la Polizia locale ha emesso una sanzione di 280 Euro, che diventeranno 400 se non pagata entro 30 giorni”.

Coronavirus

Anziana multata dopo essere stata ripresa più volte dagli agenti del traffico

È accaduto a Grado, località balneare del Friuli, dove l’anziana donna vive. I Vigili urbani, nell’arco della giornata, avevano notato la donna diverse volte fuori casa.

In un primo momento, di fronte alla riposta dell’anziana, sempre uguale, hanno cercato di convincerla a non ripetere le uscite. Ma di fronte all’ennesima violazione sono stati costretti a multarla.

Nell’ultimo mese, secondo i dati del Viminale, sono state oltre 100 mila le sanzioni comminate per violazione dei divieti restrittivi.

Misure, lo sappiamo, che si sono rese necessarie per tentare di arginare la pandemia che ha colpito violentemente anche il nostro Paese.

A leggere i dati del Ministero degli Interni lascia purtroppo sorpresi il dato che riguarda le denunce per falso.

Nella settimana che ha chiuso il mese di marzo sono state oltre 800 le multe per chi ha violato il Decreto adducendo false motivazioni.

Numeri decisamente troppo alti, come ricordano dalla Protezione Civile, che ripete che ogni violazione può essere la miccia in grado di riaccendere la propagazione del virus.

Preoccupano, sempre secondo le Forze di Polizia, le prossime festività di Pasqua.

Il bel tempo e l’atmosfera primaverile potrebbero essere la scusa, dopo oltre 1 mese di chiusura, perchè un numero maggiore di persone esca di casa violando le norme sul Coronavirus.

Potrebbe inoltre interessarvi leggere:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Loading...
Close
Close