Coronavirus. Chef Panzini minaccia di darsi fuoco davanti al suo ristorante

Un momento drammatico quello vissuto a Frosinone dove il proprietario di un noto ristorante della zona ha minacciato di darsi fuoco

Come in molti temevano, una volta affievolitasi la drammatica emergenza sanitaria, il Coronavirus sta infettando la vita di piccoli e medi imprenditori. È di ieri il gesto eclatante di Gianpiero Pigliacelli, da tutti conosciuto a Frosinone come Chef Panzini.

L’uomo, dopo aver cosparso il ristorante storico con quattro taniche di benzina, ha minacciato di darsi fuoco e bruciare il suo locale. Alle forze dell’ordine, prontamente intervenute, Chef Panzini ha detto:

“Ho finito i soldi, non mi fanno lavorare”.

Chef Panzini minaccia di darsi fuoco

La situazione di Gianpiero Pigliacelli è uguale a quelle di altre migliaia di piccoli imprenditori bloccati dal “lockdown” e senza aiuti. Mentre il Governo annunciava, dai primi di marzo, di non voler lasciare indietro nessuno, la realtà dei fatti è ben diversa.

Il gesto di Chef Panzini infatti è simile a quello del gestore di un bar di Padova che in un video pubblicato sui social denunciava la totale assenza di aiuti.

“Da due mesi l’attività è chiusa, non siamo stati tutelati e non abbiamo percepito un centesimo”, racconta l’uomo davanti alle telecamere subito accorse sul posto.

“Non si può andare avanti solo con le promesse. Almeno dessero la cassa integrazione ai miei dipendenti”, denuncia lo chef.

In giornata, sui social si è diffuso il video che vede lo chef protestare disperato per quanto sta accadendo.

Perché se le parole, quelle edulcorate e grammaticalmente corrette del Premier Conte sono una cosa, i fatti e la realtà, purtroppo, sono diversi. Due mesi di chiusura hanno prosciugato le risorse economiche di tanti imprenditori ed artigiani, molti dei quali costretti ad un altro mese di stop.

Bar e ristoranti, compreso quello di Chef Panzini quindi,  secondo le ultime disposizioni annunciate da Conte, potrebbero riaprire solo ai primi di giugno. Con grandi incognite oltretutto, dovendo rispettare tutta una serie di protocolli legati al distanziamento sociale.

Chef Panzini, ma non solo, ne è purtroppo consapevole, e ieri ha lanciato il suo grido disperato.

“Ho sbroccato, chiedo scusa a tutti”, ha detto l’uomo una volta calmatosi.

Attenzione, diciamo noi, perchè la miccia è accesa.

Potrebbe inoltre interessarvi leggere: 

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Close
Close