Coronavirus. Denunciati per violazione della quarantena diretti al mare

Sono in aumento i denunciati per violazione della quarantena anti Coronavirus che in vista della Pasqua hanno pensato ad una vacanza al mare

In vista del weekend di Pasqua si registra un aumento di trasgressioni delle misure anti Coronavirus, con casi di denunciati per violazione della quarantena diretti al mare. Alcuni hanno deciso di ignorare le norme di contenimento contro il Covid-19 per spostarsi verso le case al mare.

Seppur sommessamente anche quest’anno gli italiani hanno programmato le vacanze di Pasqua in direzione della Liguria e delle seconde case. Sono circa 20, le persone registrate dalle Forze dell’Ordine mentre erano sul punto di recarsi verso la Riviera di Ponente.

Si tratta di residenti che provenivano dalla provincia di Cuneo. Questi soggetti in fuga dalle loro abitazioni verso il mare sono stati multati e denunciati per violazione della quarantena. Così i loro piani si sono vanificati e hanno fatto ritorno a casa.

In crescita il numero di denunciati per violazione della quarantena anti Coronavirus

violazione della quarantena mare

I fuggitivi si sono visti intercettare dalla Polizia, impegnata nella sua attività di controllo in zona, sul lungomare di Bordighera. Ma anche attiva in direzione della spiaggia di Sanremo e del casello autostradale di Arma di Taggia.

Un altro tentativo di evasione dalla quarantena domestica si è verificato in provincia di Imperia. Qui un uomo ha ricevuto una multa per aver violato le norme di isolamento sociale per andare a pescare al porto.

In tempo di Coronavirus, tra i denunciati per violazione della quarantena ci sono anche due arzilli pensionati piemontesi diretti al mare.

A bordo di un camper la coppia di 70enni si era messa in viaggio ma verso Sanremo ha chiesto delle indicazioni ad un automobilista.

Il quale ha segnalato la targa alle autorità. Così la Polizia ha intercettato la coppia di pensionati invitandola a tornare a casa. Inoltre dovranno pagare una multa di 4mila euro.

Questa crescita del numero dei denunciati per violazione della quarantena è un dato allarmante. Perché ancora si è esposti ad un alto rischio di nuovi contagi. Un’evenienza che renderebbe più difficile tornare alla normalità in un futuro immediato.

Leggi anche:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Close
Close