Coronavirus. Studio cinese elogia Napoli, il farmaco anti-artrite è efficace

Gli esperti dell’Anhui Provincial Hospital e dell’ospedale Anhui Fuyang, si dicono entusiasti dei risultati ottenuti

Coronavirus. Uno studio cinese elogia Napoli e conferma l’efficacia del farmaco anti-artrite Tocilizumab. Il primo ospedale ad utilizzare il farmaco, lo ricorderete, è stato il Cotugno di Napoli.

“È una bellissima notizia, arrivata proprio nel giorno in cui è partita la sperimentazione, questo ci incoraggia”.

Così, una decina di giorni fa, Paolo Ascierto, direttore dell’unità di immunologia clinica del Pascale di Napoli, commentava i primi, importanti risultati riguardo la sperimentazione del farmaco anti-artrite.

Dopo l’avvio dell’utilizzo del Tocilizumab su alcuni pazienti in gravi condizioni, estubati nel giro di pochi giorni, l’entusiasmo sull’efficacia di questo farmaco aumenta ogni giorno di più.

Coadiuvati dalle ricerche di un team di medici e ricercatori cinesi, precisamente dell’Anhui Provincial Hospital e dell’ospedale Anhui Fuyang, i responsabili italiani mostrano un certo ottimismo.

Il primo ospedale ad aver utilizzato questo farmaco anti-artrite è stato il Cotugno di Napoli.

Coronavirus, pronto il primo farmaco per neutralizzarlo

I risultati dello studio cinese sul farmaco anti-artrite

Ad oggi, a circa due settimane dall’avvio della sperimentazione, sono stati in tutto 20 pazienti quelli sui quali il farmaco è stato somministrato.

Di questi, 15 hanno ridotto l’assunzione di ossigeno mentre uno non ne ha più avuto bisogno.

Nel 90% dei pazienti, dopo le tac di controllo, l’opacità della lesione polmonare è risultata assorbita e, di conseguenza, anche la febbre ha mostrato una regressione importante.

Anche l’analisi dei linfociti, in oltre il 50% dei malati di Covid-19 trattati con il Tocilizumab, è tornato alla normalità dopo circa una settimana di terapie.

In sostanza 19 pazienti su 20 sono ad oggi dimessi, e l’equipe che segue la sperimentazione non annota contro-indicazioni particolari.

Che il Coronavirus sia una terra di nessuno dal punto di vista scientifico sembra opinione comune nel mondo medico, riferiscono dalla Direzione dell’Ausl Romagna.

L’altra che, da diversi giorni, ha cominciato ad utilizzare il farmaco anti-artrite visti i risultati sui pazienti più gravi.

L’augurio è che il mondo della ricerca possa quanto prima trovare la soluzione più efficace contro questo maledetto virus.

Non perdete:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Loading...
Close
Close