fbpx

Coronavirus. In Cina zero contagi e l’economia alle stelle: un mistero che scatena dubbi e polemiche

Mentre in gran parte del mondo si continua a combattere contro il Coronavirus, in Cina tutto sembra un lontano ricordo

In Cina zero contagi e l’economia alle stelle. Possibile? Dati alla mano, cerchiamo di approfondire il mistero, o miracolo che dir si voglia, che scatena dubbi e polemiche. Legittime.

Si chiama “Huángjin Zhou” il periodo che segna la “Settimana d’Oro” in Cina, la settimana che va dal 1 ottobre,  giorno della fondazione della Repubblica Popolare di Cina e si protrae per sette giorni.

Quest’anno, la prima dell’era Covid, il governo cinese la saluta con soddisfazione ed entusiasmo.

Una vera settimana d’oro che segnala e dimostra come la Cina sembra essere ormai fuori dalla pandemia che era partita proprio dal paese asiatico.

In questa settimana di festa e di celebrazioni il movimento turistico interno alla Cina ha raggiunto numeri che fanno sgranare gli occhi a mezzo mondo.

Secondo i dati pubblicati dal Ministero del Turismo sono stati oltre 637 milioni i viaggi compiuti dai cinesi in occasione di questa ricorrenza.

Numeri ancora al di sotto di quello che le edizioni precedenti facevano registrare, ma che rappresentano una enorme boccata di ossigeno per il Paese del dragone.

In Cina zero contagi e l’economia alle stelle

Per dimostrare come la Cina sia riuscita in questo miracolo citiamo alcuni dati.

China UnionPay, colosso cinese dei pagamenti con carte di credito, ha visto un’impennata dei suoi pagamenti online di quasi il 10%, le prenotazioni alberghiere hanno visto un incremento del 50%, dimostrando come il turismo interno costituisca una spinta fondamentale a tutta l’economia del paese.

Numeri che fanno rabbrividire se confrontati a quelli della stagione turistica italiana  ormai al termine.

Secondo le ultime stime sono stati oltre 16 i miliardi bruciati dal sistema Italia nell’estate post Covid , con una diminuzione media che sfiora il 50% rispetto agli anni precedenti.

Questo boom della Cina ha ovviamente destato attenzione ed interesse, e in tanti si chiedono: quale è il segreto del Dragone ?

Perché in Cina zero contagi e l’economia alle stelle?

Ricordando che la Repubblica Popolare Cinese non è un Paese democratico, come molti sanno, e quindi è difficile che possano esserci giubbotti più o meno arancioni nelle piazze e annunci disparati di premier o aspiranti tali, il segreto è fondamentalmente uno.

Le procedure di controllo. Il Governo guidato da Xi Jinping ha elaborato un rigido protocollo capace di tracciare gli spostamenti interni, isolare possibili focolai, ed intervenire con risolutezza laddove questi si verificassero.

Da mesi, per tutti i visitatori del Paese, soprattutto per coloro che si muovevano per affari, era richiesto un controllo con addirittura 3 tamponi.

Il primo nel Paese di origine, con comunicazione alla locale ambasciata cinese, un secondo all’arrivo in Cina, con quarantena obbligatoria di 14 giorni sotto stretta sorveglianza militare, ed un terzo al termine della stessa.

A questo va aggiunto lo spirito con cui i cittadini della Repubblica Popolare di Cina hanno affrontato questa pandemia.

Poche chiacchiere e una grande risolutezza. Non a caso è il Paese che, in un futuro, si augura di guidare il mondo.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie