Coronavirus Italia. Il primo decesso in Veneto e sale a 19 il numero dei contagi

Coronavirus Italia, il primo decesso in Veneto, il secondo in Europa. Dopo il turista cinese morto in Francia, è avvento in Italia il secondo decesso per Coronavirus.

La vittima, un uomo di 78 anni, era uno dei due anziani contagiati in Veneto a Vo’ Euganeo.

Adriano Trevisan, questo il nome della prima vittima italiana del Coronavirus, era il padre dell’ex Sindaco del paese. Amico dell’altro uomo ora in grave condizioni.

Un punto di riferimento, il signor Adriano, del locale circolo degli Alpini.

Ora tutti i 3400 abitanti sono sottoposti a tampone e controllo preventivo, per evitare che il virus possa aver contagiato l’intera comunità.

Per Giuseppe Martini, attuale Sindaco, quella di oggi sarà la prima di una lunga serie di giornate vissute con apprensione e speranza.

Mentre si susseguono le riunioni a livello nazionale che locale, le autorità, con in testa il Premier Giuseppe Conte, invitano alla calma e a mantenere comunque alta l’attenzione.

Coronavirus Italia, primo decesso in Veneto

Sale il numero delle persone contagiate dal Coronavirus

Da ieri l’Italia è diventato il primo Paese europeo per numero di contagi, anche se al momento non viene presa in considerazione l’idea di sospendere Schenghen. Il trattato di libera circolazione di merci e persone all’interno della Comunità Europea.

Anche in Lombardia si sta lavorando alacremente per stringere il cordone sanitario intorno alle zone dove è esploso il coronavirus.

Sono stati isolati, come sappiamo, ben dieci comuni del Lodigiano, e la Regione ha invitato i circa 30 mila residenti dei paesi a non uscire di casa e sottoporsi a screening immediato.

Mentre, nella notte, anche Cremona registra il primo caso di positività e fonti sicure parlano di test positivi all’ospedale di Schiavonia, quello dove è deceduto il cittadino veneto.

Da leggere:

Condividi: