Coronavirus. La strana quarantena di un giovane in camper tra i boschi

Una forma di isolamento green, ai tempi del Coronavirus, è la strana quarantena di un giovane torinese che si trova tra i boschi in camper

Un isolamento alquanto diverso in emergenza Coronavirus è offerto dalla strana quarantena di un giovane torinese. Yari Ghidone ha scelto di rispettare la condizione di isolamento scegliendo la solitudine in mezzo alla natura, a 1700 metri di quota.

Così il 27enne si è spostato con il suo camper nei boschi, in compagnia della sua cagnolina Cheriè.

Quando in Italia è scattato il lockdown, Yari si trovava a Sestriere con amici. Poi ha deciso di restare lì per vivere la quarantena. Ma la sua scelta gli è valsa una sanzione.

Infatti poco dopo l’inizio della sua esperienza, i carabinieri lo hanno raggiunto e multato per fuoristrada. Con una multa di 112 euro, che il giovane si è detto lieto di pagare “se questo è il prezzo della libertà”.

Inizia la terza giornata di isolamento e anche oggi sarà dura arrivare a fine giornata 😁

Pubblicato da Yari Ghidone Photography su Mercoledì 11 marzo 2020

La strana quarantena del giovane torinese è invidiabile visto che nonostante la solitudine può godere di un paesaggio incontaminato. In mezzo alla natura può godersi aria pulita e cieli stellati.

Inoltre può passeggiare tra i boschi indisturbato ed in solitaria. La sua esperienza è testimoniata via social. Il 27enne pubblica spesso su Facebook ed Instagram le foto del suo isolamento tra i boschi del Sestriere.

La strana quarantena di un giovane torinese in mezzo alla natura

La strana quarantena di un giovane

La scelta del giovane torinese è in linea con il suo stile di vita. Da circa tre anni Yari ha abbandonato il lavoro da dipendente per vivere in camper immerso nella natura. La sua vocazione green è nata quando aveva 20 anni.

Infatti il ragazzo si è concesso un viaggio in Corsica on the road, con la sua amica inseparabile Cheriè.

Da allora il ragazzo programma i suoi viaggi in solitaria in Italia ed in Europa. Spostandosi in camper per poter godere al meglio dei paesaggi e di vivere in totale libertà. Non appare quindi troppo strana la quarantena del giovane.

Durante i suoi viaggi, Yari si dimostra sempre rispettoso dell’ambiente. Per questo si sposta solo se necessario con il camper, per ridurre il consumo di gasolio. Inoltre fa la raccolta differenziata.

Poi ha installato dei pannelli solari sul camper. Anche in emergenza Coronavirus, la strana quarantena del giovane torinese è rispettosa della natura.

Leggi anche:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Close
Close