Contatori visite gratuiti

Coronavirus. Trovata la molecola che potrebbe bloccare la diffusione del virus nelle cellule

Un team di ricercatori dell’Università di Lubecca ha individuato una molecola che potrebbe fermare la diffusione del virus

Coronavirus: trovata la molecola che potrebbe bloccare la diffusione del virus. In questa corsa che ormai sta interessando il mondo intero, verso lo studio e la scoperta di farmaci in grado di sconfiggere il coronavirus, una notizia importante arriva da Lubecca.

Da quella città simbolo di traffici e di commerci, culla della Lega Anseatica, muove la battaglia contro questo potente killer che ha blocca l’Europa e non solo.

Il team di ricerca, guidato dal virologo di fama mondiale Rolf Hilgenfeld, ha annunciato la scoperta di una molecola in grado di bloccare la diffusione del virus nelle cellule.

“Il Coronavirus è come un cristallo”, affermano gli scienziati del Helmholtz-Zentrum Berlin für Materialien und Energie, che hanno sperimentato la riproduzione in 3D della proteasi.

Ovvero l’azione che un enzima compie per rompere i legami all’interno delle proteine.

Nel caso del virus i ricercatori hanno pubblicato su Science l’ipotesi di inibizione dell’enzima responsabile, impedendo in questo modo la diffusione dell’agente patogeno.

Coronavirus

Coronavirus: trovata la molecola che potrebbe bloccare la diffusione del virus nelle cellule

Grazie ad una molecola, affermano i collaboratori del Prof Hilgenfeld, che chiamano “13b”, potrebbe così essere finalmente a portata di mano l’arma per arginare e sconfiggere la peste del 21° secolo.

Utilizzando i sofisticati mezzi del sincrotone Bessy di Berlino, gli scienziati hanno testato in provetta cellule di polmone umano colpite da coronavirus.

E, verificando, come la molecola sia capace di entrare subito in azione.
Sperimentata quindi sui topi si è anche avuta la conferma della non tossicità della stessa.

Una notizia importante che dona speranza al mondo intero ormai in guerra permanente contro il virus.

La dimostrazione di questa lotta comune arriva proprio dalla Germania, e nello specifico dalla volontà del team di ricercatori di pubblicare senza embargo le scoperte del loro lavoro.

Per approfondire:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie