Coronavirus. Walter Ricciardi: “Certa una seconda ondata in autunno. Non accelerare riaperture”

Per il rappresentante italiano Oms, Walter Ricciardi è possibile l'arrivo di una seconda ondata violenta di contagi Coronavirus dopo l'estate

Walter Ricciardi, rappresentante italiano Oms e consulente del ministro della Salute, prevede una seconda ondata di contagi Coronavirus. Lo chiarisce in un’intervista con Emanuele Raco, direttore del giornale ilcaffeonline.it.

Un’evenienza alquanto possibile, per questo ritiene che siano rischiose le scelte dei leader politici sulle riaperture. Walter Ricciardi vede delle responsabilità nella diffusione della pandemia di Coronavirus negli errori dei governi. Questo il suo parere:

“Se ci sono stati più morti rispetto ad altri è perché le decisioni sono state prese o in modo tardivo o in modo sbagliato.

L’esempio più eclatante è quello della Gran Bretagna e degli Stati Uniti, dove i governi non hanno ascoltato i consiglieri scientifici e hanno reagito in maniera estremamente ritardata”.

Walter Ricciardi spiega che dovremo abituarci a vivere con il virus a lungo. Invita ad un concreto impegno. Per evitare che dopo l’estate si presenti una seconda ondata di Coronavirus, più violenta.

 

Coronavirus Walter Ricciardi oms
Walter Ricciardi, rappresentante italiano Oms

Walter Ricciardi: conviveremo con il Coronavirus fino all’immunità di gregge provocata dal vaccino

Quindi è importante continuare ad adottare come misura il distanziamento fisico. È cruciale la distanza tra le persone che non sono sicure della propria condizione immunologica. Questo stato si potrà monitorare meglio con una diagnostica ad hoc. Grazie all’uso delle tecnologie. Su tale punto dice:

“Non c’è dubbio che i paesi che hanno reagito meglio sono quelli che hanno utilizzato meglio le armi della diagnostica e delle tecnologie. Su questo ho invitato da diversi giorni i miei colleghi e i decisori ad agire con più rapidità rispetto a quanto fatto finora”.

L’avanzata del Coronavirus per Walter Ricciardi proseguirà. “Fino a quando non registreremo una immunità di gregge provocata favorevolmente dal vaccino avremo una lunga fase di convivenza col virus.

Speriamo che sia una convivenza di mesi e non di anni, ma ci troveremo di fronte a una nuova normalità”.

Walter Ricciardi ha parlato dell’emergenza Coronavirus e del sistema sanitario italiano.

Spiegando che “sono tre i perni a cui dovrebbe ispirarsi: l’ospedale, la medicina generale e l’assistenza in ambienti extra-ospedalieri intermedi tra casa e ospedale.

Se uno dei tre pilastri non funziona si hanno seri problemi”. Ha poi citato la Lombardia come esempio di eccellenza ospedaliera.

Leggi anche:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Close
Close