Lo stress da COVID-19 sta influenzando il sonno di milioni di persone

Il cambiamento di vita dovuto all’isolamento, paure e preoccupazioni scaturite dalla minaccia di un virus sconosciuto, si traducono in disturbi del sonno più o meno incisivi

Coronavirus. Una serie di problemi e diverse patologie stanno affiorando in questo tempo di lockdown causato dalla pandemia. Una di queste riguarda il sonno, funzione fondamentale non solo per il riposo ma, anche, per mantenere in buono stato il nostro sistema immunitario.

Stress prolungato, ansia, mancanza di ritmi regolari di vita quotidiana, ecco quali sono i principali fattori che disturbano il sonno.

Non usciamo, non lavoriamo, e passiamo gran parte del nostro tempo attaccati alle notizie che riceviamo sugli smartphone o apprendiamo dalla televisione.

Un mix esplosivo per il nostro sistema biologico, non solo poco abituato a questa routine, ma anche innervosito e stressato da uno stile di vita per molti versi nuovo, ma non per questo meno nocivo.

Il disturbo del sonno provoca poi una serie di conseguenze sulle restanti ora della giornata

Uno stato di malessere indotto proprio da tutto questo, è la naturale risposta dell’organismo accompagnata anche dal tentativo di recuperare la naturale perdita di riposo.

Mangiare sempre fuori orario, intervallare ore di ascolto della televisione a frequenti sonnellini, sono alcune delle conseguenze di tale stato di cose.

Con l’aggiunta di un malessere psicologico ed emotivo che, in questi casi, produce altra stanchezza generale.

Che fare quindi, non potendo svolgere la normale vita cui eravamo abituati, ed avendo forti limiti anche per quanto riguarda le uscite?

Vediamo insieme alcuni consigli utili per riuscire a mantenere un regolare sonno ed evitare così di accumulare stanchezza.

Coronavirus, problemi di sonno

I suggerimenti degli esperti

1- Individuare i fattori che non favoriscono il sonno

Limitare quindi assunzione di caffeina e cercare di avere una alimentazione leggera e facilmente digeribile.

2- Trovare il modo di fare movimento

Uscire anche per brevi periodi più volte al giorno compatibilmente con le regole anti COVID-19 previste. Camminare per circa 10-15 minuti alla volta, facendo le scale ed evitando gli ascensori! L’attività fisica è indispensabile per un buon sonno e in rete è possibile trovare tante alternative per praticarla in casa.

3- Limitare il tempo dedicato agli smartphone e alla televisione

Questa quarantena può essere l’occasione giusta per leggere un bel libro o dedicarsi a quegli hobby che, spesso, per mancanza di tempo non si riescono a coltivare. Per un buon sonno da sempre è consigliato un utilizzo limitato di tv e smartphone la sera.

Tutti suggerimenti utili non solo per migliorare la qualità del sonno, ma per affrontare un momento drammatico come quello che stiamo vivendo, con una predisposizione d’animo migliore.

Potrebbe inoltre interessarvi leggere: 

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Loading...
Close
Close