Fabrizio Corona inizia lo sciopero della fame nel reparto psichiatria dove è ricoverato dopo il tentato suicidio

Fabrizio Corona ha deciso di continuare con la linea dura, dopo il gesto estremo compiuto per protestare contro la decisione del Tribunale di Sorveglianza di rimandarlo in carcere.

Il video scioccante del suo sfogo, dopo essersi tagliato i polsi, postato su Instagram ha turbato il web mostrando la rabbia dell’ex re dei paparazzi.

Il tentato suicido di Corona anche se ha impressionato tutti non ha mutato la posizione dei giudici contro di lui.

Dopo il gesto estremo, Corona è stato ricoverato nel reparto psichiatria del Niguarda di Milano dove ha avviato lo sciopero della fame, come reso noto dai suoi legali.

L’odissea giudiziaria di Fabrizio Corona si è arricchita di una nuova tappa dopo la decisione del Tribunale di Sorveglianza che aveva decretato per lui altri 9 mesi di carcere, commutati in affidamento terapeutico prima della revoca.

In attesa della decisione della Cassazione, Corona è rimasto ai domiciliari violando più volte le regole che hanno fatto sorgere accuse ed indagini sulla sua condotta.

Le ripetute violazioni legate alle sue partecipazioni in televisione ed all’uso dei social hanno portato il Tribunale di Sorveglianza di Milano a revocare i domiciliari disponendo il suo ritorno in carcere.

L’ex agente dei fotografi si è scagliato contro i giudici, compiendo un gesto estremo: si è tagliato un braccio facendo esplodere via social tutta la sua rabbia fino a quando non si è accasciato a terra.

Fabrizio Corona sciopero della fame

Fabrizio Corona in sciopero della fame

Ma dopo il ricovero in ospedale al Niguarda di Milano ha continuato a protestare, avviando lo sciopero della fame come annunciato sul suo profilo Instagram dove è stata rimossa la foto con il volto insanguinato.

Invece è comparso un post nel quale si rende noto che ha intrapreso lo sciopero della fame, in esso si legge:

“L’avvocato Cristina Morrone è appena andata all’ospedale Niguarda di Milano, nel reparto di psichiatria 2.

Ci ha riferito che Fabrizio sta facendo lo sciopero della fame e della sete, e che lo continuerà fino a quando non gli verrà data la possibilità di parlare con la Dott.ssa Giovanna Di Rosa, presidente del Tribunale di Sorveglianza di Milano”.

Asia Argento e Belen Rodriguez in difesa di Fabrizio Corona

Sulla notizia del ritorno in carcere di Fabrizio Corona, si è pronunciato subito il suo legale Ivano Chiesa, che ai microfoni dell’Ansa ha dichiarato.

“Sono allibito per un provvedimento profondamente ingiusto e sbagliato che colpisce un uomo certo non pericoloso e che stava seguendo un percorso di cura…un giorno triste per la giustizia italiana”.

Anche Asia Argento ha fatto sentire la sua voce difendendo Corona, alle sue parole hanno fatto seguito quelle di Belen Rodriguez che sui social è intervenuta per dichiarare:

“Ci sono dei mafiosi che sono liberi e a lui lo sbattono dentro perché ha fatto una diretta su Instagram? Mi sembra che non sia più lucido, non sta più bene ed è una persona che ha bisogno di aiuto”.

Condividi: