Fase 2 a Milano. Lo sfogo di Sala: troppa gente sui Navigli e lancia un ultimatum

Il primo cittadino di Milano chiede alla popolazione maggiore rispetto

Dopo la diffusione del video dei Navigli affollati, appena avviata la Fase 2 a Milano, non si è fatta attendere la reazione del sindaco, lo sfogo di Beppe Sala si è concluso con vero e proprio ultimatum nei confronti dei suoi concittadini.

Una risposta immediata dettata da molta rabbia, che ha portato il primo cittadino di Milano ad insorgere chiedendo alla popolazione maggiore rispetto.

Il sindaco ha alzato i toni durante il messaggio rivolto a quei milanesi che nella giornata di giovedì hanno invaso i Navigli.

Nel dirsi profondamente deluso da quanto accaduto ha detto: “Non giochiamo a guardia e ladri”.

Nello sfogo di rabbia di Sala si condanna il comportamento di tanti cittadini nell’avvio della Fase 2 a Milano, che ha suscitato non solo critiche ma anche timori per un eventuale riaccendersi dei contagi.

Inoltre il sindaco ha speso parole di gratitudine per quei cittadini virtuosi, che con diligenza continuano a rispettare le norme anti Coronavirus.

Fase 2 a Milano Sala Navigli

Fase 2 a Milano: lo sfogo di Sala

Il primo cittadino di Milano nel messaggio ai cittadini ha dichiarato:

“Quando c’è da ringraziare i milanesi per il loro comportamento virtuoso sono il primo a farlo, ma quando c’è da incazzarli sono il primo a farlo le immagini di ieri lungo i Navigli sono vergognose.

Dover rispiegare la situazione è deprimente. Noi siamo in crisi sanitaria ma anche economica. Milano ha bisogno di tornare a lavorare”.

Il sindaco Sala, lasciando trapelare tutta la sua delusione per quanto accaduto con l’avvio della Fase 2, ha ribadito:

“Riaprire è una necessità e io sono dalla parte delle famiglie che fanno fatica ad arrivare a fine mese.

Non permetterò che 4 scalmanati senza mascherina mettano in discussione tutto ciò”.

Per concludere, il sindaco Sala ha lanciato un ultimatum sul proseguo della Fase 2 a Milano:

Non sono un politico da metafore, sono un politico da atti: o le cose cambiano oggi o io domani chiudo i Navigli piuttosto che i servizi da asporto.

Io mi prendo le mie responsabilità, ma non stiamo giocando a guardia e ladri. Non possiamo permettercelo. Usiamo la testa“.

Queste le raccomandazioni di Sala alla popolazione sul pieno rispetto delle norme nella Fase 2 a Milano.

Leggi anche:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Loading...
Close
Close