Il virologo Guido Silvestri: ”Il Remdesivir funziona contro il Coronavirus”

particolarmente efficace nelle terapie anti-Covid e apre le porte all’ottimismo

“Il farmaco antivirale Remdesivir funziona”, scrive il virologo Guido Silvestri. “È la notizia più bella da quando è scoppiata la pandemia da Covid-19”.

Così, il Prof. Silvestri, docente italiano alla Emory University di Atlanta, commenta i risultati ottenuti dal farmaco remdesivir nella sua rubrica “Megapillola di ottimismo”.

Già, perchè la notizia sui risultati ottenuti da questo farmaco ha fatto anche ritoccare il titolo che il Prof Silvestri ha dato al suo bollettino sui social.

MEGAPILLOLA DI OTTIMISMO[ovvero: L’OTTIMISMO CHE VIENE DALLA CONOSCENZA]Bollettino del 30 aprile 2020Oggi ho…

Pubblicato da Guido Silvestri su Mercoledì 29 aprile 2020

Da ” Pillola di ottimismo” a “Megapillola”, quasi a voler trasmettere con ancora più forza il bisogno di credere che si possa uscire da questa maledetta pandemia che ha colpito il mondo intero.

Riportando i risultati trasmessi dal comunicato stampa di Nih (National Institutes of Health) che ha coinvolto oltre 1000 pazienti, il Prof. Silvestri non fa mistero del suo entusiasmo.

Il Remdesivir  ha ridotto tempi di guarigione. La media di dimissioni dagli ospedali passa infatti da 15 a 11 giorni.

Anche la mortalità appare in netta diminuzione, attestandosi al 8% dal dato ben più alto dell’11,6 registrato nelle prime e più drammatiche fasi del contagio.

Coronavirus, tamponi

 

“Al momento ricordo solo che, estrapolando questi dati alla situazione italiana, una riduzione del 31% della mortalità corrisponderebbe a 8.581 vite umane salvate”, ha commentato il virologo italiano.

“Megapillola di ottimismo” riporta anche il commento a caldo di Tony Fauci, l’immunologo voluto dal Presidente Trump al comando del comitato americano contro il cornavirus.

“I dati dimostrano che il remdesivir ha un chiaro e significativo effetto favorevole nell’accelerare la guarigione da Covid-19. Questo è molto importante.”

Del Remdesivir  si cominciò a parlare già dalla metà di marzo quando, nel pieno della pandemia, la comunità scientifica lottava ancora alla ricerca di punti di appiglio capaci di arginare la violenza del Covid.

Finalmente, un po’ di speranza!

Potrebbe inoltre interessarvi leggere: 

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Close
Close