Infermiere sospese per essersi rifiutate di trattare pazienti Coronavirus senza mascherine

10 infermiere sono state sospese per essersi rifiutate di trattare pazienti Coronavirus senza mascherine in un ospedale di Santa Monica

Da una testimonianza raccolta dalla CNN, 10 infermiere sono state sospese dopo il rifiuto di trattare pazienti Covid-19, senza mascherine protettive.

La pandemia fa paura negli Stati Uniti, dove si contano più di 40.000 decessi. Così in un ospedale di Santa Monica, 10 infermiere si sono sospese.

Dopo la richiesta di mascherine N95 per curare i pazienti con Covid-19.

Il caso è avvenuto presso il Providence Saint John’s Health Center di Santa Monica. Dove il personale medico e sanitario si trova ogni giorno alle prese con un numero alto di malati e di decessi.

A cui si aggiungono i casi di contagio di tanti colleghi. Così gli operatori sanitari temono per la loro salute.

Dopo che un’infermiera ha contratto Covid-19 durante il trattamento di pazienti, usando una semplice maschera chirurgica, le sue colleghe hanno chiesto una protezione ad hoc. Ecco i motivi per cui le infermiere si sono sospese.

Ma i superiori mettono a disposizione solo le mascherine chirurgiche, affermando di non avere le mascherine N95.

Con una capacità di filtrazione del 95%, secondo i dati della Food and Drug Administration riportati dalla CNN.

Infermiere sono sospese

Infermiere sospese per essersi rifiutate di trattare pazienti Coronavirus

In base alle testimonianze alla CNN delle infermiere sospese, le mascherine chirurgiche non sono adatte per entrare in contatto con i pazienti Covid-19.

L’ospedale non ha commentato, precisando solo che voleva proteggere la privacy dei dipendenti. La portavoce dell’ospedale Patricia Aidem ha dichiarato:

“A ciascuno dei nostri infermieri che si prendono cura di pazienti positivi al Covid-19 e pazienti sospetti si è data un’adeguata protezione secondo le linee guida del Centro di Controllo delle Malattie, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e dello Stato”.

Inoltre, Patricia Aidem ha ribadito che per l’elevata richiesta di maschere N95 da parte degli operatori sanitari, si è introdotta una nuova politica.

Si danno in dotazione al personale medico ed infermieristico i dispositivi adeguati in base alla gravità del paziente. In conformità con le raccomandazioni del CDC.

Le infermiere sospese, continuano a ricevere i loro stipendi. Un’indagine gestita dalle risorse umane dovrà stabilire il loro ritorno al lavoro.

Dopo l’episodio delle inferrmiere sospese, molti colleghi hanno dimostrato davanti a vari ospedali in America. Richiedendo di poter ricevere le mascherine appropriate per il trattamento dei pazienti Covid-19.

Leggi anche:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Close
Close