Mara Venier confessa: “A Domenica In piangevo sempre tra le pubblicità e nei camerini” e parla anche del suo addio in Rai

Mara Venier e la confessione ai microfoni de Il Corriere della Sera. La Zia nazionale sta per tornare con una nuova edizione di Domenica In e svela alcuni retroscena della scorsa edizione, condotta in pieno lockdown nazionale

Mara Venier la confessione sulla scorsa edizione di Domenica In

Mara Venier e la confessione sulla scorsa edizione di Domenica In, così ci prepariamo al suo ritorno.

Ci risiamo, l’autunno è arrivato e con esso i palinsesti televisivi ricominciano a scaldare i motori. È la volta di Domenica In che ritorna domenica 13 settembre con al timone sempre la Signora della TV.

In occasione di questa ripartenza Mara Venier ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera in cui ha svelato molti retroscena della sua vita professionale e della sua intera carriera, ma ha posto anche il focus sulle oggettive difficoltà riscontrate andando in onda in pieno lockdown.

Mara Venier e la confessione ai microfoni de Il Corriere della Sera

Mara Venier e la confessione circa il suo stato di salute psicologica in piena pandemia, hanno suscitato emozione in tutti i suoi fan.

Ella infatti afferma:

“Una domenica non sono andata in onda, non me la sentivo, ho avuto paura. I vertici mi hanno capita, Salini mi ha detto: sei libera di scegliere ma sappi che non sei “una” conduttrice della Rai, ora rappresenti la Rai in un momento in cui deve parlare al cuore delle persone.

Lì ho pensato: è vero, ho un’età a rischio, la paura è tanta ma il pubblico in questi anni mi ha dato così tanto che ora, non mi ha fatto mai sentire sola. Ora devo esserci io per loro”.

Nonostante però la vicinanza ed il sostegno dei vertici della TV di Stato, la signora della Domenica si è assunta le sue responsabilità di donna dello spettacolo, pur non nascondendo mai le sue paure, che trapelavano anche dalle varie interviste a scopo informativo a virologi e medici.

“Ero morta di paura, tra una pubblicità e l’altra piangevo”

Ricordiamo anche che Mara era reduce da una brutta polmonite che nel mese di novembre aveva colpito suo marito, Nicola Carraro, e che rendeva quest’ultimo soggetto ulteriormente a rischio.

“A 60 anni sono stata umiliata, il telefono non squillava più, intorno a me si era creato il vuoto”, la confessione sul suo addio in RAI

A questo punto la conversazione assume un carattere molto più generale, scandagliando le varie fasi della lunga e fiorente carriera di Mara.

Eppure, come nelle migliori delle storie, i momenti bui non sono di certo mancati neppure per lei.

La Venier ricorda come fu liquidata dall’allora direttore Rai, Leone, e non nasconde la sua delusione:

“Sono stata molto delusa allora. Credo che ogni direttore abbia il diritto di cambiare conduttori, fare scelte… ma c’è modo e modo. La mia amarezza nasceva dal fatto di essere stata trattata con poco rispetto, mi sono sentita umiliata per il modo con cui il direttore Leone mi aveva liquidata”.

E prosegue: “Non soffrivo per non avere un programma: ho sempre dato priorità alla mia vita al di là del mio lavoro. Ma mi avevano amareggiata i modi. Da quel momento si era poi creato il vuoto attorno a me e, non bastasse, mia madre stava molto male: quello era il vero dolore”.

Mara Venier si confessa

Maria De Filippi e l’occasione di riscatto per Zia Mara

Mara Venier in questa confessione non lascia davvero nulla al caso, neppure l’esprimere nuovamente tutta la sua gratitudine e riconoscenza all’amica Maria De Filippi.

È proprio lei infatti che ha offerto un’occasione di riscatto all’amica Venier, chiamandola come super ospite per una puntata di Tu Si Que Vales, facendola inserire poi nel cast permanente, dove è rimasta per ben tre anni, prima di riprendere la sua Domenica IN.

 

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie