Le nuove misure anti-Covid in vigore dal 7 al 15 gennaio: cosa possiamo e cosa non possiamo fare nei prossimi giorni

Le misure anti-Covid dal 7 al 15 gennaio fanno riferimento alle norme da rispettare nei prossimi giorni

Il decreto legge con le misure anti-Covid dal 7 al 15 gennaio, approvato dal Consiglio dei ministri, elenca le disposizioni da rispettare nei prossimi giorni.

Si tratta di un decreto ponte diffuso dal governo per poter prolungare di fatto le misure che si sono adottate nel corso del periodo delle festività di Natale.

Le disposizioni del decreto ponte rappresentano una sorta di posizione di stallo, in attesa di capire se le festività natalizie hanno avuto un impatto negativo sulla curva epidemiologica, aggravando il numero dei contagi.

Secondo quanto definito dall’esecutivo, il weekend del 9-10 gennaio 2021 ricade in zona arancione, una disposizione che riguarda tutto il territorio nazionale.

Invece negli altri giorni si applicherà la cosiddetta fascia gialla rafforzata che prevede il divieto degli spostamenti tra le Regioni.

Ancora incerto il destino della scuola con dubbi sulla data della riapertura con termine della mediazione finale in programma per il giorno 11 gennaio.

Le nuove misure anti-Covid dal 7 al 15 gennaio 2021

Le nuove misure anti-Covid dal 7 al 15 gennaio 2021

Dunque in base alle nuove misure anti-Covid dal 7 al 15 gennaio si istituirà la zona arancione nel weekend 9-10 gennaio, con spostamenti tra regioni e province vietati fino a giorno 15.

Si segnala tra le altre misure anti-Covid dal 7 al 15 gennaio anche il divieto, su tutto il territorio nazionale, di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, fatta eccezione per comprovate esigenze legate a: situazioni di necessità, motivi di salute, lavoro.

È possibile comunque fare rientro nella propria residenza, domicilio oppure abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case che sono site in altra regione o provincia autonoma.

Nello specifico durante il periodo della zona arancione, prevista per il 9 e 10 gennaio, saranno consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione fino a 5mila abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini. Invece sono vietati gli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

Il decreto ponte ha prolungato fino al 15 gennaio, nei territori che ricadono nella zona rossa, la possibilità di spostarsi, una sola volta al giorno, massimo di due persone, verso una sola abitazione privata della propria regione.

Chi si sposta potrà farsi accompagnare dai figli minori di 14 anni, oppure da altri soggetti minori di 14 anni sui quali si esercita la potestà genitoriale.

Inoltre chi si sposta potrà farlo in compagnia di persone disabili o non autosufficienti ma solo se conviventi.

In base alle misure anti-Covid dal 7 al 15 gennaio si confermano dunque le norme previste nel Decreto Natale che è stato emesso il 3 dicembre.

Anche se il corrente decreto ponte ha deciso di modificare i criteri da adottare per individuare gli scenari di rischio da cui dipendono le misure da adottare in caso di zone arancioni o zone rosse.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie