Giuseppe Conte: “Tenete i nervi saldi, stiamo lavorando per evitare in lockdown generalizzato” e rivolge un appello agli italiani

Il premier Conte si esprime sull'ipotesi di lockdown totale e ribadisce la necessità di una collaborazione tra Stato e cittadini

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è espresso su un lockdown generalizzato. In una intervista a “La Stampa” rassicura i cittadini italiani di essere a lavoro per scongiurare un lockdown come quello di marzo.

Ha fatto, poi, sapere che, anche se la curva dei contagi in questi giorni sta aumentando, nelle prossime settimane si prospetta una leggera flessione.

Giuseppe Conte ha ribadito che un secondo lockdown totale comporterebbe dei costi troppo elevati per il paese per questo il governo è pronto ad aumentare i ristori. Se la situazione lo richiederà, infatti, si prospetta un nuovo scostamento di bilancio nel 2021.

  lockdown generalizzato italia

 

Giuseppe Conte auspica una collaborazione tra lo Stato e gli italiani

Nell’intervista Giuseppe Conte ha tenuto a richiamare il paese ad una presa di responsabilità precisando l’importanza di mantenere più che mai i nervi saldi e la lucidità. Ha ribadito quanto sia fondamentale che gli italiani capiscano le difficoltà del governo e che si instauri una collaborazione tra Stato e cittadini. La situazione di emergenza, infatti, necessita di coesione e collaborazione tra le diverse parti in gioco.

Per quanto riguarda il sistema sanitario nazionale ha elencato tutte le misure adottate come il raddoppiamento dei letti di terapia intensiva, l’aumento del numero di medici e infermieri della capacità di eseguire tamponi. Il premier ha sottolineato anche che, essendo questo uno Stato di diritto, non è possibile invadere la vita dei cittadini.

Ha anche risposto a chi critica l’entità dei ristor. Ha spiegato, infatti, che gli indennizzi in corso di erogazione sono raddoppiati rispetto a quelli della stagione estiva. Per molte categorie tra cui ristoranti, palestre e teatri, sono stati previsti anche i crediti d’imposta sugli affitti commerciali. Non solo, il governo ha disposto l’abolizione della seconda rata Imu e, infine, la sospensione dei versamenti dei contributi di previdenza per il mese di novembre.

Insomma, durante l’intervista rilasciata a “La Stampa”, Giuseppe Conte ha ribadito la necessità che lo stato ed il popolo mantengano uno spirito di collaborazione.  Ha sottolineato, poi, l’impegno del governo ad aiutare le categorie che sono state messe in ginocchio dal lockdown causato dalla pandemia da covid. Non ha caso, ha annunciato un nuovo scostamento di bilancio nel 2021.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie