Patrick Swayze in Ghost arrossiva mentre girava la scena dell’argilla con Demi Moore

A trent’anni dalla sua uscita, ripercorriamo la sequenza più famosa di un classico degli anni ‘90 campione di incassi

“Patrick Swayze in Ghost arrossiva mentre girava la scena dell’argilla con Demi Moore”, è il ricordo tenero e ancora emozionato di chi, trent’anni fa, collaborò alla realizzazione di uno dei film più amati di sempre. A renderlo indimenticabile, la famosa scena dell’argilla ancora oggi tra le più cercate sul web.

È passata alla storia del cinema la scena che Demi Moore e Patrick Swayze girarono 30 anni fa accompagnati dalle note di “Unchained Melody”.

La scena del vaso di argilla è diventata un simbolo per la grande passione e carica erotica che ha trasmesso a milioni di spettatori.

Era il mese di luglio del 1990 quando Molly e Sam incrociavano le loro mani e i loro destini in quella sequenza passata alla storia come la scena più sexy e romantica della storia dei film.

Il ricordo di Patrick Swayze e Demi Moore

“Sembravamo due liceali al primo appuntamento”, ha raccontato Demi Moore durante un’intervista.

“Eravamo solo due attori normali che cercavano di fare il loro lavoro nel miglior modo possibile”, disse invece Patrick Swayze nel libro che racconta la sua biografia.

Ripercorriamo allora con Jerry Zucker, il regista di Ghost, il film che ebbe un successo planetario, come si svolse la scena del vaso di argilla.

“La tensione era palpabile. racconta il regista, anche perché i rapporti tra Demi e Patrick sul set non erano dei più stretti”.

La scena del vaso di argilla secondo la trama del film  doveva essere quella più importante.

Molly, proprio in quella scena, rivede Sam, il fidanzato , ucciso in una rapina.

Patrick Swayze in Ghost, scena dell’argilla
Patrick Swayze e Demi Moore

L’idea del vaso di argilla

L’idea del vaso di argilla venne in mente ad uno degli sceneggiatori. In origine il personaggio interpretato da Demi Moore era quello di un’artista che lavorava il legno.

Ma, dopo essersi consultato con la moglie ceramista, lo sceneggiatore suggerì al regista di provare la scena che passerà alla storia. Viene infatti ritenuta e a ragione, una delle più romantiche dell’intero panorama cinematografico. E che ha fatto piangere milioni di telespettatori.

“Quando abbiamo visto il filmato registrato il giorno prima ci siamo guardati e sapevamo che quello che avevamo era incredibile. La scena del vaso di argilla era così intensa che non avevamo bisogno di nient’altro ”,

ha confessato il regista Jerry Zucker ai reporter di Vanity Fair .

“L’elettricità tra loro era tale durante la scena dell’argilla, che sapevamo di non aver bisogno di un’altra scena d’amore”.

Ghost turbò profondamente i protagonisti

Nelle sue memorie Patrick Swayze scriveva riguardi la scena dell’argilla:

“Demi e io giocavamo l’uno con l’altro e ci inventammo quella scena in movimento. È stato molto sexy giocare con tutta quell’argilla. Quindi tutto ciò che abbiamo fatto è stato lasciarci andare. Liberare la nostra immaginazione. E quando le nostre braccia si toccarono, le scintille sono volate”.

In seguito Patrick Swayze in Ghost arrossiva parlando di Demi Moore. Segnale questo di una tensione erotica probabilmente rimasta sospesa tra i due attori.

L’attore, icona sexy del mondo di Hollywood, confessò di aver provato la scena con la moglie. Nonostante questo, non poté evitare di restarne turbato.

Ghost, lo dicevamo all’inizio, ebbe un successo fuori da ogni aspettativa, superando di gran lunga pellicole passate poi alla storia come Pretty Woman o Balla coi Lupi.

Contando su un budget di 20 milioni di euro, il film ne incassò oltre 500.

Patrick Swayze, lo ricordiamo, è morto a 57 anni nel 2009 per un cancro al pancreas.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie