Pazienti Covid-19 migliorano con farmaco antiartrite

Dopo la somministrazione del farmaco antiartrite su soggetti affetti dal virus cinese, alcuni pazienti Covid-19 migliorano a Napoli

In mancanza di un vaccino e di una cura ad hoc, dei buoni risultati vengono assicurati dal farmaco antiartrite, infatti alcuni pazienti Covid-19 migliorano a Napoli. Si tratta di tre pazienti affetti da Coronavirus che dopo la somministrazione del Tolicizumab, farmaco antiartrite, hanno avuto un miglioramento del quadro clinico. La notizia di questo dato positivo dal punto di vista terapeutico, è stata data dal direttore dell’unità di immunologia clinica del Pascale Paolo Ascierto.

Si precisa che il Tocilizumab non è un farmaco antivirale. Ma un presidio farmacologico prescritto per i pazienti intubati. In modo da agevolarne la respirazione. Ma in piena emergenza Coronavirus è efficace per trattare la polmonite causata dal virus.

Coronavirus a Napoli

In riferimento agli ultimi dati, il farmaco si è somministrato presso l’ospedale Cotugno di Napoli. In particolare, si è usato per curare tre persone colpite dal virus. Si è così notato che i pazienti Covid-19 migliorano. Infatti il farmaco inibisce il decorso della malattia. Quindi evita un peggioramento delle condizioni dei malati.

Pazienti Codv-19 migliorano con farmaco anti-artrite

I dati relativi al fatto che i pazienti Covid-19 migliorano grazie al Tocilizumab sono emersi sul primo paziente trattato. Il quale ha evidenziato dei segni di progressi. Che si sono registrati dalla TAC di controllo. Se il malato affetto da Coronavirus rimarrà stabile potrà uscire dal reparto di terapia intensiva. Dopo i risultati registrati a Napoli sui tre pazienti Covid-19 che migliorano dopo la cura con il farmaco antiartrite, anche alcuni ospedali pugliesi hanno deciso di usarlo.

Lo stesso presidente della Regione, Michele Emiliano ha annunciato questa notizia. Una decisione presa in seguito ad un incontro in videoconferenza tra la task force regionale per l’emergenza Coronavirus ed i vertici della Roche Frama. Nel corso di questo incontro, l’amministratore delegato del colosso farmaceutico ha concesso di inviare il farmaco gratis.

Dunque la richiesta del farmaco da parte della Regione permetterà di avere a disposizione l’anticorpo monoclonale. Così nelle strutture ospedaliere regionali si userà come cura per il Coronavirus. Grazie ai dati che dimostrano che i pazienti Covid-19migliorano. Anche se il Tocilizumab si continuerà ad usare per la cura dell’artrite reumatoide. Quindi i malati che lo usano come terapia abituale lo riceveranno allo stesso modo.

Leggi anche:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie