Se la musica ti fa venire la pelle d’oca allora il tuo cervello è speciale

E' il risultato di uno studio condotto ad Harvard da uno studente, Mattew Sachs

Ti viene la pelle d’oca quando ascolti la musica, o provi una sensazione insolita nel corpo al suono di una bella canzone? Se la risposta è affermativa, allora secondo gli scienziati sei unico e appartieni ad una categoria speciale di persone.

Le persone che sono in grado di provare sensazioni come un nodo alla gola o la pelle d’oca quando sentono la musica sono uniche e speciali.

La musica fa venire la pelle d’oca alle persone speciali

Uno studente universitario, Mattew Sachs, ad Harvard ha condotto uno studio sugli individui che hanno la pelle d’oca mentre ascoltano la musica.

Ha esaminato il fenomeno per vedere come queste sensazioni vengono innescate nel corpo. Durante lo studio, Matthew Sachs, ha esaminato 20 studenti, dieci dei quali hanno ammesso di aver provato brividi mentre ascoltavano la musica, mentre gli altri dieci non hanno provato un tale sentimento.

Operatori esperti hanno poi analizzato gli esami cerebrali dei 20 studenti.

musica

I risultati

Sachs ha scoperto che le cellule cerebrali delle persone che provano la pelle d’oca ad ascoltare la musica sono quelle che hanno un attaccamento fisico ed emotivo alla musica.

Le strutture delle loro cellule cerebrali differiscono da quelle che non hanno tale attaccamento. Il volume di fibra nelle cellule cerebrali nella prima categoria è più denso, consentendo a queste cellule di comunicare meglio.

Le fibre formano un legame tra le aree che trattano le emozioni e la corteccia uditiva, il che rende queste persone molto sensibili alle emozioni .

Secondo Sachs, avere più fibre cerebrali significa avere più efficienza tra due aree del cervello, il che significa che hai un’elaborazione delle informazioni più efficace tra di loro. Quindi le persone che hanno la pelle d’oca mentre ascoltano la musica possono avere emozioni più intense e un’alta ricettività.

Inoltre, si ricorda che queste sensazioni sono correlate ai ricordi della persona relativi a una determinata canzone.

Lo studio di Sachs è stato pubblicato su Oxford Academic e sebbene lo studio abbia riguardato un piccolo gruppo, ha dimostrato una differenza significativa nelle strutture delle cellule cerebrali umane .

Sachs continua le sue ricerche per esaminare l’attività cerebrale delle persone che avvertono la pelle d’oca mentre ascoltano la musica. Nel fare ciò, spera di apprendere il motivo di questa attività neurologica e di trovare una cura per i disturbi psicologici e mentali.

Inoltre, la musica ha effetti molto benefici sulla salute mentale. In effetti, recenti ricerche mostrano che ascoltare la musica migliora il nostro benessere mentale e stimola la nostra salute fisica in modo sorprendente e sorprendente.

La musica ti rende più felice

La ricerca mostra che quando ascolti la musica che ti piace, il tuo cervello rilascia dopamina, un neurotrasmettitore di benessere.

Valorie Salimpoor, neuroscienziata presso la McGill University, ha iniettato a otto amanti della musica una sostanza radioattiva che si lega ai recettori della dopamina dopo aver ascoltato la loro musica preferita.

I risultati hanno mostrato che sono state rilasciate grandi quantità di dopamina, che hanno portato biologicamente i partecipanti a provare emozioni come felicità , eccitazione e gioia.

La musica riduce la depressione

Più di 350 milioni di persone soffrono di depressione in tutto il mondo. Uno studio di Hans Joachim Trappe in Germania ha dimostrato che la musica può essere utile per i pazienti con sintomi depressivi, a seconda del tipo di musica.

I suoni meditativi e la musica classica hanno sollevato l’umore delle persone, ma la techno e l’heavy metal lo hanno abbattuto ancora di più.

Ti aiuta a mangiare di meno

La ricerca presso la Georgia Tech University ha dimostrato che la musica soft e l’illuminazione fioca mentre le persone mangiano portano ad assumere meno calorie e più divertimento. Se stai cercando modi per frenare l’appetito, prova ad abbassare le luci a casa e ad ascoltare musica soft la prossima volta che desideri mangiare.

Leggi anche:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Close
Close