Perché Al Bano porta sempre il cappello? Il cantante svela la commovente realtà

Perché Al Bano porta sempre il cappello? L’artista pugliese ci ha abituati a questa immagine che tutti abbiamo impressa nella memoria, ma si tratta di un vezzo estetico o le motivazioni sono diverse? La verità ce la dice egli stesso

Perché Al Bano porta sempre il cappello? La verità

Nel mondo dello spettacolo, ogni grande artista ha qualche vezzo con cui si è identificato tra il suo pubblico, ed è anche il caso di Al Bano che ha sempre avuto sul suo capo, il notissimo cappello.

Il cappello bianco con il nastro nero sta ad Al Bano, come gli occhiali da sole stanno ad Edoardo Bennato. Un segno caratteristico, un tratto distintivo, un accessorio unico. Tanti sono i motivi che possono portare i cantanti ad indossare un particola capo d’abbigliamento.

Ed è innegabile, ma ognuno di noi almeno una volta, vedendolo in TV da solo o in duetto con Romina, o in qualche piazza si sarà chiesto: ma perché Al Bano porta sempre il cappello? A questo quesito finalmente c’è una risposta finale da parte del diretto interessato.

Ed è molto commovente.

Al Bano porta sempre il cappello

Al Bano e le sue forti radici famigliari e patriottiche

A porre la domanda che unisce tutti i curiosi della penisola è stato un irridente ragazzo napoletano, protagonista de Il Collegio, il noto programma TV.

Il giovane napoletano, incuriosito dal cantante di Cellino San Marco, gli chiede come mai indossi sempre il cappello.

E Albano non si è fatto attendere né nella risposta né nella simpatia. Ha infatti confessato che le motivazioni sono doppie.

Innanzitutto c’è la motivazione che tutti noi abbiamo sempre immaginato, ovvero un tentativo di nascondere l’alopecia, cioè la caduta di capelli che affligge molti uomini, soprattutto dopo una certa età.

Ma è la seconda motivazione quella che ha sorpreso sia il giovane interlocutore che tutto il pubblico, ovvero in omaggio a suo padre.

Carrisi senior infatti era solito indossare il cappello, così Al Bano per omaggiarlo, ha scelto di indossarlo sempre. Conclude:

“Un marchio di fabbrica della famiglia Carrisi“.

Al Bano ha lasciato la sua terra nel 1960 alla ricerca di fortuna nel campo musicale recandosi a Milano. Il tempo gli ha dato ragione, ma egli – così fortemente legato alle sue origini – è tornato in patria per continuare la sua arte proprio da dove tutto è partito.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie