La testimonianza di un’infermiera: “Ho visto pazienti in punto di morte che continuavano a dire il Covid non esiste, che malattia ho”

La testimonianza di un'infermiera americana che ribadisce come i negazionisti del Covid non cambiano idea neanche ad un passo dalla morte, quando continuano a pensare che il virus non esiste

La tesi negazionista sul Covid continua ad essere persistente, come conferma un’infermiera invitata dal canale televisivo Cnn a riportare la sua testimonianza, dopo aver scritto un tweet diventato in breve tempo virale.

Così Jodi Doering, infermiera americana impegnata in prima linea durante tutta l’emergenza Covid-19, ha raccontato in un’intervista televisiva alla Cnn quando vissuto in prima persona.

La Doering da mesi insieme ai colleghi sostiene orari di lavoro massacranti, oltre a rischiare di essere contagiata.

La donna ha rivelato di essersi trovata più volte nella condizione di dover prestare assistenza a pazienti in fin di vita. I quali le hanno detto “il Covid non esiste, che malattia ho?”.

Quest’infermiera del Sud Dakota si è lasciata andare ad uno sfogo toccante, sottolineando come i negazionisti del Covid anche sul punto di morte non cambiano idea.

testimonianza infermiera Covid non esiste

L’infermiera sui negazionisti Covid: “Non cambiano idea ad un passo dalla morte pensano che il virus non esiste”

Nel corso della sua testimonianza alla Cnn, l’infermiera ha dichiarato: “La cosa più tragica è vederli morire increduli: continuano a dire che il Covid non esiste anche mentre li sta uccidendo.

Le loro ultime parole a volte sono: dimmi la verità, che malattia ho?“.

Nel suo racconto Jodi Doering ha ribadito le parole del suo precedente post sui social che ha sconvolto il popolo del web.

L’infermiera aveva qualche tempo fa condiviso su Twitter un messaggio sconvolgente. Nel suo tweet si legge:

“Ho una notte di riposo dall’ospedale. Dato che sono sul divano con il mio cane non posso fare a meno di pensare ai pazienti Covid degli ultimi giorni. Ci sono ancora quelli che non credono che il virus sia reale.

Ti dicono che deve esserci un altro motivo per cui sono malati. Ti chiamano per nome e ti chiedono perché devi indossare tutta quella ‘roba’ perché il Covid non è reale. Sì. Succede davvero”.

La testimonianza di questa infermiera sui pazienti in fin di vita, che credono ancora che il Covid non esiste, ribadisce come i negazionisti siano ancora un fronte attivo negli Usa, il Paese più colpito al mondo dalla pandemia.

Ma anche in Italia è vivo il pensiero di chi continua a sostenerne l’inesistenza del Covid.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie