Torino, il grido d’aiuto del barista che sfida la zona rossa: “Resto aperto per necessità. Ho due figli, devo farli mangiare”

In provincia di Torino, un barista sfida la zona rossa e decide di restare aperto malgrado le disposizioni del Dpcm

Brandizzo, in provincia di Torino, un barista sfida la zona rossa e decide di restare aperto contravvenendo alle disposizioni del Dpcm.

Gianluca Perrone ha deciso di lasciare aperto il suo locale malgrado il suo paese sia in zona rossa.

Dopo che il governo Conte ha firmato l’ultimo Dpcm, del 4 Novembre 2020, relativo alle nuove misure per contenere i contagi da Covid-19, il Piemonte, insieme a Lombardia e Calabria, si è visto costretto ad affrontare un lockdown più soft rispetto a quello di marzo e di aprile.

Una misura necessaria per le Regioni che si sono colorate di rosso. Una scelta da parte dell’esecutivo che ha innescato le proteste delle Regioni e dei cittadini.

Ma una simile scelta si è giustificata con l’obiettivo decisivo di far scendere il cosiddetto Rt, ovvero il tasso di contagiosità della malattia.

In provincia di Torino è andata in scena la protesta di un barista che per necessità ha deciso di sfidare la zona rossa.

Gianluca Perrone intervistato dal programma Mediaset Mattino Cinque ha dichiarato le sue intenzioni. Il barista ha così dichiarato:

“Il mio è un grido di aiuto. È un bisogno economico perché con il solo take away non riesco ad arrivare alla fine del mese ho due figli piccoli e devo farli mangiare”. 

barista sfida la zona rossa Torino
Gianluca Perrone

Il barista che sfida la zona rossa: “Ho due figli piccoli e devo farli mangiare”

Nel bar di Gianluca Perrone a Brandizzo la clientela ha la possibilità di entrare e sedersi al tavolino, contravvenendo ai divieti imposti dalle disposizioni del Dpcm.

Con la sua forma di ribellione, motivata dalla necessità, il barista cerca di provvedere ai bisogni della sua famiglia.

La sua protesta mossa dalle delle condizioni economiche on floride viene rivendicata dal barista con queste parole:

“Ho voglia di fare sentire la mia voce a uno Stato che non aiuta, voglio solo lavorare“. 

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie