Totti, scoperta chat pedopornografica con le foto della figlia Chanel su Telegram

Le immagini della 13enne e della madre in un gruppo creato appositamente per lo scambio e la condivisione delle immagini. Segnalato alle autorità è stato repentinamente rimosso

La notizia presto diffusa è da brivido: Francesco Totti, scoperta la chat pedopornografica con le foto della figlia Chanel. Perché non si può che rabbrividire oltre che indignarsi.

Ma cosa ha portato la figlia 13enne di Francesco Totti e Ilary Blasi al centro dell’attenzione mediatica e in quella più becera di un gruppo pedopornografico?

Tutto è nato dopo la pubblicazione delle immagini di Chanel in costume sulla copertina del settimanale Gente.

La ragazza veniva ripresa di profilo, quasi di spalle e la discalia che accompagnava la foto, sottolineava la somiglianza con mamma Ilary. Ma è stato un importante dettaglio a scatenare un vero e proprio clamore mediatico. Un dettaglio che non poteva sfuggire nemmeno agli occhi più distratti.

Il volto di Chanel Totti era oscurato, come richiede la legge che tutela la pubblicazione delle immagini dei minori, quindi la somiglianza con la Blasi, era riferito al lato B della 13enne messo in risalto dal costume.

Le polemiche sono state immediate e il caso Totti-Chanel è esploso su tutti i giornali e con particolare enfasi sui social network.

Il caso Totti – Chanel

“I valori della famiglia quali sono? Mettere in risalto il fondoschiena di una ragazzina e dire che assomiglia a quello della madre? E intanto si aizzano le fantasie perverse dei pedofili?”

Denunciava così il gruppo “I have a voice” dopo la presa di posizione decisa e severa di Totti e Ilary che avevano parlato di mercificazione del corpo di una minore. Persino Telefono Azzurro aveva espresso la sua opinione al riguardo. Tutti concordi nel ”condannare” la scelta del settimanale Gente.

Ed arriviamo ai nostri giorni e alla recente scoperta che vede di nuovo protagonisti Totti e la chat pedopornografica con le foto della figlia su Telegram.

Totti, scoperta chat pedopornografica con le foto della figlia Chanel
Francesco Totti e Chanel

La scoperta del gruppo e l’immediata chiusura

Sulla piattaforma Telegram, in un gruppo creato appositamente per Chanel Totti, venivano scambiate e condivise foto della 13enne.

È stata la community Facebook dedicata alle donne “I have a voice” a scoprire e a segnalare alle autorità la chat pedopornografica.

“Un gruppo di revenge porn su Telegram, creato appositamente per condividere immagini di Chanel, la figlia 13enne di Francesco Totti e di Ilary Blasi”,

ha denunciato l’associazione.

Nel gruppo, composto da 31 membri, circolavano foto di “carattere pornografico e pedopornografico di altre ragazze, associate ai relativi profili Instagram delle vittime. Nonché diverse foto che, a detta degli utenti, ritrarrebbero Chanel Totti, nonostante presumibilmente non sia veramente lei”.

Il gruppo, come accennato, è stato tempestivamente chiuso e presumibilmente i membri saranno perseguiti legalmente.

Ma resta la gravità di quanto accaduto, resta l’amaro per i valori e per il rispetto ormai scomparsi. Anche quello per i bambini.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie