Una donna italiana positiva alla variante inglese del Covid. La paziente presenta una forte carica virale

Dopo la notizia di una mutazione del genoma del virus Sars-Cov2, ribattezzata come variante inglese del Covid, in quanto individuata nel Regno Unito, anche in Italia si registrano i primi casi.

Si tratterebbe di una donna italiana risultata positiva al tampone e con una forte carica virale.

Presso il Dipartimento Scientifico del Policlinico Militare del Celio sulla paziente si è isolato il genoma del virus Sars-Cov2.

La donna avrebbe contratto il virus dopo il rientro in Italia dal Regno Unito del suo convivente.

Così la variante inglese del Covid è stata isolata anche in Italia per la prima volta, dopo le indagini di laboratorio svolte nell’Ospedale militare del Celio di Roma.

Infatti il Dipartimento scientifico del Celio, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, ha sequenziato il genoma della mutazione del Coronavirus.

Donna italiana risultata positiva alla variante inglese del Covid

La paziente positiva alla variante inglese sarebbe stata contagiata dal convivente rientrato nei giorni scorsi a Fiumicino dal Regno Unito, dove nelle ultime settimane si è rintracciata la mutazione del genoma del virus che ha scatenato la variante.

Seguendo le procedure previste dal ministero della Salute, la donna ed il compagno sono stati messi in isolamento con altri familiari e contatti stretti.

La donna che vive a Roma si è sottoposta al tampone nei giorni scorsi presentando una forte carica virale.

Variante inglese del Covid

Le preoccupazioni sull’efficacia del vaccino nei confronti della variante inglese del Covid

Dopo la notizia di questo nuovo ceppo virale si è scatenata una nuova preoccupazione, in molti si domandano se il vaccino sia efficace nei confronti della variante inglese del Covid.

Gli esperti dell’Unione europea hanno riferito che i vaccini immessi in circolazione contro il Covid sono efficaci anche per la variante del virus identificata in Gran Bretagna.

Una tesi confermata anche dal ministro della Salute tedesco Jens Spahn nel corso di una dichiarazione fatta a Zdf:

“Secondo tutto quello che sappiamo finora la variante non ha alcun impatto sui vaccini che rimangono efficaci”.

Jens Spahn ha confermato le sue parole sulla validità del vaccino anti Covid anche nei confronti della nuova variante, menzionando i colloqui che hanno coinvolto gli esperti presso le autorità europee.

Condividi: