Contatori visite gratuiti

Vittima più giovane Coronavirus, Italia: un 38enne

Un uomo di 38 anni con disabilità, ad oggi è la vittima più giovane Coronavirus registrata in Italia; l'uomo è morto a Manerbio, Brescia

Un uomo di 38 anni ad oggi è la vittima più giovane Coronavirus registrata in Italia. Si tratta di un uomo affetto da disabilità, deceduto l’11 marzo presso l’ospedale di Manerbio, Brescia. Che si conferma tra le province lombarde più colpite dai contagi. È infatti la seconda provincia più colpita da casi di positività.

In particolare, negli ultimi giorni si è verificato un aumento dei contagi come reso noto dal bollettino della protezione civile. In tutta l’area bresciana si contano ad oggi 1588 pazienti positivi.

Il 38enne, la vittima più giovane Coronavirus, era stato trasportato d’urgenza sabato 7 marzo in ospedale. In quanto presentava un quadro clinico di febbre alta e problemi di respirazione. Ma il paziente soffriva di problemi di respirazione pregressi. Giunto in ospedale, il 38enne si è sottoposto al tampone che è risultato positivo. Nel corso di pochi giorni le condizioni di salute della vittima più giovane del Coronavirus si sono aggravate.

Un uomo di 38 anni con disabilità

La vittima più giovane Coronavirus in Italia

Si precisa che il 38enne disabile è la vittima più giovane in Italia deceduta per il contagio da Coronavirus. Un altro dato da non trascurare riguarda la sua frequentazione di un gruppo di disabili seguiti dalla Cooperativa Il Gabbiano di Pontevico. Proprio in questo centro si era verificato il primo caso di contagio nella provincia bresciana. Si trattava di un educatore di 51 anni, risultato positivo.

Ma l’uomo dopo il ricovero in ospedale è stato dimesso in buone condizioni di salute. Dopo la notizia del suo contagio da Coronavirus si è decisa la chiusura del centro. Che è rimasto così chiuso fino allo scorso 6 marzo 2020. La decisione di riaprire il centro ha scatenato le proteste da parte dei genitori degli ospiti della struttura. Ma non sono valse a nulla, così si è riaperto il centro.

Come conseguenza questi soggetti dal quadro clinico debilitato si sono esposti al rischio del contagio. E così si è registrata ad oggi la vittima più giovane Coronavirus in Italia. Per rispettare le misure restrittive imposte dal governo, i funerali dell’uomo si svolgeranno in forma privata.

Leggi anche:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie