Vittorio Cecchi Gori arrestato per bancarotta fraudolenta

Vittorio Cecchi Gori arrestato per reati finanziari. Una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Investigativo ha notificato al produttore, nel pomeriggio di venerdì, l’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Corte d’Appello di Roma.

Dalle ultime agenzie di stampa si apprende che, ora, l’ex patron della Fiorentina si trova a Rebibbia in condizioni di salute non proprio ottimali.

Proprio lo stato di salute di Cecchi Gori ha sollecitato l’intervento di Vittorio Sgarbi che, a mezzo stampa, ha tuonato così:

“La vera epidemia, osserva Sgarbi, è la barbarie della magistratura che infierisce contro i vecchi trasformando lunghi processi e persino le assoluzioni in ergastolo.”

“Nel caso di Cecchi Gori, aggiunge il critico d’arte, non si capisce quale possa essere il cosiddetto ‘pericolo sociale’ che impedisca gli arresti domiciliari.”

La parabola imprenditoriale di Cecchi Gori comincia all’ombra del padre, il famoso Mario, produttore cinematografico di grande valore.

Alla morte del genitore Vittorio allarga la propria sfera di attività, spaziando dal mondo delle televisioni a quelle del calcio.

Dal 1993 al 2002 è stato infatti Presidente della Fiorentina, portando la squadra viola a vincere due Coppe Italia e la Supercoppa nel 1996.

Sempre sul finire degli anni novanta è sempre sua l’intuizione di intervenire nel mondo delle televisioni locali.

Acquista Videomusic, poi diventata TMC, e Telemontecarlo, trasformatasi in seguito in La7.

Vittorio Cecchi Gori arrestato. Ecco cosa lo aspetta

Vittorio Cecchi Gori arrestato

Questa lunga e per molti versi prestigiosa carriera ha esposto Cecchi Gori a guai di natura finanziaria.

Il procedimento di arresto infatti fa capo ad una sentenza della Cassazione relativa al crac da 24 milioni di euro della casa di produzione cinematografica Safin.

La pena da scontare per i suoi reati è di otto anni, cinque mesi e 26 giorni di reclusione.

Solidarietà per Cecchi Gori dal regista Giovanni Veronesi che dichiara:
“Vittorio Cecchi Gori è una persona malata. E bisogna avere un briciolo di accortezza prima di sbatterlo in carcere. Ci potrebbe anche rimanere”.

Parole di sostegno anche da Christian De Sica:
“Mi sono meravigliato a quel signore che ha ucciso quel ragazzo (Marco Vannini, ndr) hanno dato cinque anni e a Vittorio Cecchi Gori otto per bancarotta. Che poi Cecchi Gori è stato fregato da tutti nella vita.

Non capisco come ragiona la nostra giustizia. E poi portare un carcere un povero vecchio malato è un po’ una follia”.

Recentemente Vittorio è stato presente al Grande Fratello Vip, facendo visita all’ex moglie Rita Rusic nella famosa casa.

Ora lo attende una prova molto più delicata e difficile.

Non perdete:

Condividi: