Vittorio Sgarbi: “Coronavirus, solo un raffreddore” e scatta la denuncia

Le affermazioni del critico d’arte sulla pandemia sono state ritenute gravi e nei suoi confronti è stato presentato un esposto penale

Vittorio Sgarbi: “Coronavirus, solo un raffreddore”, afferma minimizzando e scatta la denuncia.

È partita per iniziativa del Patto Trasversale per la Scienza ( Pts), su iniziativa del Dott. Burioni l’esposto al noto critico d’arte da sempre protagonista di polemiche e provocazioni.

“Ha ridicolizzato le misure contro il coronavirus e affermato pericolose bugie”, afferma il medico e ricercatore.

Nell’esposto penale contro Sgarbi si legge infatti testualmente:

“Nel video Sgarbi ha manifestato dubbi sulla pericolosità del virus e sulle modalità di diffusione del contagi. Ha diffuso notizie false rispetto alla prevenzione e ridicolizzato le misure di contenimento adottate dal Governo”.

A quale video si riferisce la denuncia partita dal comitato che riunisce medici e scienziati?

A quello apparso su Facebook, poi rimosso, che il critico d’arte ferrarese aveva pubblicato il 9 marzo scorso.

Proprio alla vigilia delle misure più restrittive emanate dal Governo di fronte all’aumento vertiginoso dei contagi.

Coronavirus, Vittorio Sgarbi denunciato
Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi: “Il Coronavirus è solo un raffreddore”

Sgarbi, non nuovo ad uscite provocatorie, nel video in questione suggeriva ai numerosi followers di non credere alle parole del Governo.

“Tutta un’invenzione di un governo oscurantista, ammoniva il critico aggiungendo: non credeteci, non è letale, ma solo un raffreddore.”

Parole sicuramente pesanti, proprio mentre nei centri più colpiti dalla pandemia il sistema sanitario cominciava a mostrare segni di sofferenza.

Così, proprio alla vigilia del provvedimento intitolato “io resto a casa”, Sgarbi diceva:

“Girate pure, andando in giro non vi capiterà un c***o. Il corona è solo un virus del buco del c**o”.

Pier Luigi Lopalco, presidente del Pts e responsabile Coordinamento Regione Puglia emergenze epidemiologiche sottolinea: “È da irresponsabili diffondere proclami che incitino ad abbassare la guardia verso un’infezione così pericolosa”.

Parole sicuramente condivisibili, alle quali però Vittorio Sgarbi risponde secondo lo standard cui ci ha abituato.

Il parlamentare emiliano ha comunicato di aver dato mandato al suo avvocato per “procedere contro chi si investe della scienza senza averla”.

Approfondimenti:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie