Yara Gambirasio, a distanza di 10 anni dalla sua drammatica scomparsa parlano i genitori della 13enne

"Nel sorriso dei ragazzi che aiutiamo c'è sempre qualcosa che mi ricorda mia figlia", il ricordo commosso dei genitori di Yara Gambirasio

Sono passati ormai 10 anni dall’uccisione di Yara Gambirasio, e negli ultimi anni Fulvio e Maura Gambirasio hanno preso le distanze dal contesto processuale.

Invece si sono dedicati a mantenere vivo il ricordo della figlia fondando un’associazione in nome della giovane, che si pone come obiettivo quello di aiutare i ragazzi di talento che coltivano una passione per portarla avanti.

Infatti l’associazione ribattezzata La Passione di Yara sostiene le passioni giovanili nel campo dello sport, dell’arte e della cultura.

A distanza di 10 anni dalla drammatica scomparsa di Yara Gambirasio, i suoi genitori hanno deciso di ricordarla non come la giovane vittima di un omicidio crudele, ma come l’emblema per i giovani che coltivano delle passioni.

Questo è l’obiettivo dell’associazione fondata dalla famiglia Gambirasio in memoria della figlia. Una sorta di valvola di sfogo per un lutto che ha riversato nei loro cuori un dolore destinato a durare tutta la vita.

L’associazione fondata in memoria di Yara Gambirasio

La mamma di Yara Gambirasio ha recentemente parlato di questo loro progetto nel corso della loro partecipazione dell’inaugurazione de La Casa dello Sport a Brembate.

La signora Maura intervistata da Il Giorno ha dichiarato:

“Siamo persone normalissime. Non ci sembra di avere fatto niente di strano, di miracoloso, di grande. L’unica cosa: avevamo Yara. È vero. Yara è qua. È presente. 

Molto spesso mi capita di vedere, quando si guardano le fotografie, negli spazi vuoti c’è lei. C’è uno spazio vuoto? No, c’è lei. C’è la sua forza. C’è il suo sorriso”.

Il monito della signora Maura: “Fate in modo che continuino con la loro passione”

Yara Gambirasio, a distanza di 10 anni

Davvero toccanti poi le parole con cui ricorda la figlia, che avrebbe voluto diventare una ginnasta professionista.

La signora Maura ha rivelato che la figlia prima di affrontare una competizione e quindi di scendere in pedana le diceva sempre: “Mamma, io spacco il mondo. Entro e spacco il mondo”.

Un invito che la mamma di Yara Gambirasio rivolge oggi a tutti ribadendo: “Fate in modo che i ragazzi e le ragazze continuino, vadano avanti con la loro passione.

Spinti da questa motivazione e per ricordare in modo positivo la figlia hanno deciso di fondare l’associazione La Passione di Yara, un’idea lanciata da Suor Carla Lavelli, preside della scuola di Yara e da alcuni genitori.

Un progetto che è stato subito abbracciato con entusiasmo dai coniugi Gambirasio. Così ha preso vita questa Onlus in memoria della 13enne, e nel giro di quattro anni l’associazione si è prodigata per aiutare 86 ragazzi.

Per spiegare la decisione di portare avanti il ricordo della figlia, i genitori di Yara Gambirasio hanno più volte ribadito:

“La nostra famiglia sarà felice quando, digitando il nome di Yara in Google, non compariranno articoli di cronaca nera, ma i progetti della nostra associazione. […]

Nel sorriso dei ragazzi che aiutiamo […] c’è sempre qualcosa che mi ricorda mia figlia Yara”.

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie