Fase 2. Clienti multati di 400 euro a testa per aver mangiato la brioche fuori dalla pasticceria

A Treviso due clienti ed il titolare di una pasticceria sono stati multati

È costata davvero cara a due clienti l’avvio della Fase 2, visto che sono stati multati di 400 euro a testa per aver deciso di mangiare la brioche fuori dalla pasticceria.

Un comportamento contrario a quanto previsto dalle norme in vigore nel corso delle riaperture delle attività, dopo il lockdown da Coronavirus.

Anche il titolare della pasticceria, dove si sono serviti i clienti multati, ha ricevuto una sanzione.

L’episodio si è verificato a Treviso dove il primo cittadino Mario Conte da tempo aveva invitato i suoi concittadini ad un comportamento rigoroso, perché ci sarebbero stati continui controlli da parte dei vigili.

Qualche giorno fa il sindaco di Treviso aveva postato un avviso sui social, nel quale auspicava un rallentamento del trend dei contagi e dei decessi per Covid-19.

Inoltre il primo cittadino Mario Conte aveva invitato la popolazione ad adottare nel corso della Fase 2 tutte le precauzioni necessarie.

Lasciando intendere che potrebbero esserci delle novità sulle riaperture.

 

Fase 2 clienti multati brioches

Clienti multati di 400 euro a testa a Treviso nella Fase 2

Nel suo messaggio social, il sindaco affronta il tema della cautela in riferimento ai comportamenti da adottare nella Fase 2:

“Raccomando sempre grande attenzione durante le passeggiate o nel trasporto/consumo di cibi e bevande take away.

Con un po’ di attenzione e senso pratico possiamo prenderci la soddisfazione di un caffè o di un gelato e, allo stesso tempo, evitare che il virus – che abbiamo contribuito tutti a fiaccare – riprenda forza.
Insomma, la prevenzione prima di tutto”.

Malgrado le raccomandazioni fatte dal sindaco di Treviso sul rispetto delle norme nella Fase 2, una pasticceria nel quartiere di San Giuseppe ha ricevuto una multa.

Perché due suoi clienti hanno voluto mangiare la brioche all’esterno del locale. Così il titolare della pasticceria si è visto anche segnalare in Prefettura.

Mentre i clienti multati dovranno pagare una sanzione di 400 euro a testa.

Leggi anche:

Ognigiornomagazine.net è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie